Ernia cervicale con vertigini da sdraiata

Salve, da molti anni a questa parte patisco di episodi di ernia cervicale con rigidità del collo, vomito causato dalle vertigini e intorpidimento delle mani al mattino o durante la notte.
L’ultimo episodio di infiammazione cervicale l’ho avuto 15 giorni fa e, da allora, le vertigini non hanno minimamente accennato a scomparire e si accentuano in modo grave quando mi sdraio sul lato destro; il medico curante ha richiesto di eseguire una risonanza magnetica, ma mi è impossibile farla dato che non riesco a stare sdraiata e perderei, consecutivamente, i sensi per il troppo dolore.
Vorrei sapere a quale specialista potermi rivolgere, se praticare fisioterapia o meno (dato che in passato ho già usufruito di cure fisioterapiche) e quali interventi eventualmente considerare.

Ringrazio in anticipo gli specialisti che avranno possibilità di rispondere
[#1]
Dr. Umberto Donati Ortopedico, Chirurgo della mano, Medico legale, Perfezionato in medicine non convenzionali 7,5k 263 8
La prima cosa da fare è accertare la causa delle vertigini, che potrebbero essere di pertinenza del'otorino. La seconda è accertare la causa dell'intorpidimento delle mani, che potrebbe essere riferibile a una sindrome del tunnel carpale (e, se il sospetto è fondato, l'ortopedico potrà cercare la conferma prescrivendo un esame specifico, la elettromiografia). In entrambi i casi, la RMN può essere del tutto inutile. Se però questi problemi sono presenti "da molti anni", immagino che abbia già eseguito degli accertamenti.
Ci tenga aggiornati se lo desidera.
Cordiali saluti.
Umberto Donati, MD

Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa