Utente
Egregio dottore, sono una ragazza di 28 anni. Il mio problema è di tipo estetico e riguarda le gambe (un po') "storte": ho il piede varo (mi accorgo che le scarpe sono più consumate verso l'esterno e che tendo ad appoggiare la parte esterna del piede)e le ginocchia che non si toccano. Ultimamente sto valutando l'ipotesi di rivolgermi ad un ortopedico per risolvere il problema, ma vorrei chiederLe - anche considerata la mia età - se c'è effettivamente qualche possibilità di risolverlo (ad es. attraverso l'uso di plantari correttivi o altro)oppure se la visita da un ortopedico sarebbe soltanto una perdita di tempo e di denaro. La ringrazio anticipatamente per l'attenzione. Distinti saluti. Tiziana

[#1]  
Attivo dal 2003 al 2012
Cara Tiziana per curare le gambe "storte", come lei dice, bisogna per prima cosa verificare come sono storte se sono a X (valghe) o a O (vare).Fatte queste premesse occorrerebbe verificare tramite una valutazione medica se esiste la possibilita' di correggere il suo disturbo con mezzi non invasivi