Problema collo-orecchio-occhi?

Salve, mi chiamo Luca, ed ho 20 anni. Mi permetto di disturbarvi a causa di una serie di problemi che mi rendono fortemente inquieto. Allora, tutto è iniziato il novembre scorso, quando mi sono reso conto di avvertire una specie di “tappo” all’orecchio dx. Come se fosse pieno. Infatti quando deglutisco, il sx si stappa ma il destro no. Sinceramente, non ci faccio troppo caso, anche perché si tratta solo di una sensazione un pochino sgradevole, che non dà dolori. Solo che, circa un mese dopo, alla vigilia di un esame universitario, inizio ad avvertire leggeri spasmi al collo e tremori alle mani.Mi spavento (sono molto ansioso) e faccio un salto al pronto soccorso. Qui, mi sottopongono ad esami del sangue e controlli di routine, senza trovarmi niente. Mi dicono che secondo loro si tratta di “fascicolazioni” causate dall’ansia, e mi consigliano di rivolgermi a un neurologo se non fossero passate. Vi risparmio la parte del racconto in cui io, incautamente, ho cercato la parola “fascicolazioni” su internet, rovinandomi tutte le vacanze di Natale per l’angoscia. Comunque, a gennaio mi sottopongo ad una visita neurologica e ad una olr ;nel frattempo, il tremore alle mani era quasi scomparso, e gli spasmi al collo più rari, quindi probabilmente l’ansia aveva fatto la sua parte . Il neurologo, molto scrupoloso, mi esamina per una mezz’ora, ma alla fine si deve arrendere: non ci sono sintomi neurologici, fascicolazioni semplicemente inesistenti, ed anche il leggero tremore alle mani è del tutto fisiologico. L’otorino, molto meno scrupoloso, si limita a farmi fare 2 esami audiometrici tonali a distanza di un mese l’uno dall’altro, dove riscontra una leggera ipoacusia non progressiva sui toni gravi, per l’orecchio dx. Mi rimanda all’anno prossimo per un controllo. Nel frattempo però sono insorti un altro paio di sintomi: leggera instabilità (quando cammino, mi sembra di tendere a sbandare, anche se nn in maniera vistosa), rigidità al collo a volte con veri e propri dolori (la mattina), e disturbi della vista. Ne parlo al mio medico, che mi manda da un altro otorino, questa volta di provata fama (il problema però, è che essendo di provata fama mi riceverà ai primi di maggio), da un oculista (che riscontra una non congiuntivite,da imputare alla mia allergia e all’inverno anomalo di quest’anno), e mi fa sottoporre, per precauzione, ad altri esami del sangue. Anche questi, come quelli di dicembre (quasi 4 mesi prima) ampiamente nella norma, con un lieve aumento di globuli bianchi (linfociti e basofili). Ora mi ritrovo con i seguenti sintomi:
1) pesantezza e rigidità cervicale, specialmente al mattino e specialmente nelle vertebre superiori. A volte, leggeri spasmi quando sono a letto. Le vertebre che mi fanno più male sembrano essere le prime, quelle sotto il cranio.
2) Orecchio dx sempre ovattato
3) Instabilità: soprattutto quando sono stanco, mi sembra di sbandare camminando. Non ho mai avuto vertigini, questo sia chiaro, solo la leggera sensazione di essere mal fermo sulle gambe.
4) Disturbi visivi: pesantezza oculare,occhi rossi al mattino, fastidio e vista lievemente sfocata in condizioni di illuminazione particolari (esempio luci al neon, oppure al tramonto all’aperto) e, a volte, sensazione che la luce in una stanza sia minore e “rosata”.
5) Linfonodi del collo un po’ ingrossati (anche se, devo dirlo, non è un gran sintomo perché mi capita fin dall’infanzia, si ingrossano al più piccolo disagio fisico).
Ora, so bene che è molto arduo fare una diagnosi a distanza, ma vorrei chiedervi il vostro parere. Premetto, che oltre alla seconda visita orl, ho in programma una radiografia delle arcate dentarie: il mio dentista, anche lui consultato, mi ha detto che la causa dei miei problemi a orecchio e collo possono essere i denti del giudizio sporgenti. Sono un po’ preoccupato per la mia salute, quindi qualsiasi consiglio (anche su quali visite effettuare: fino ad adesso, il mio medico di base mi sembra abbia proceduto un po’ a caso) è ben accetto!grazie fin d’ora!
Luca
[#1]
Dr. Gianluca Capra Otorinolaringoiatra, Foniatra 640 2
ripeterei la visita orl con valutazione della funzionalita vestibolare ed esame audio-impdenzometrico

Gianluca Capra

[#2]
Dr. Ivano Bruno Bertetto Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 490 18
E' necessario stabilire con un nuovo esame audiometrico e impedenzometrico di che tipo sia il calo uditivo che riferisce ( dalle informazioni che potrebbe essere di tipo trasmissivo per insufficienza funzionale della tuba uditiva di destra).
La sensazione di instabilità che che lei descrive potrebbe essere imputabile alla rigidità della muscolatura cervicale o alla stanchezza,ma un esame otoneurologico con prove della funzionalità vestibolare, come già consigliato dal collega, escluderebbe cause ad origine labirintica.
Cordiali saluti

Dr. Ivano BRUNO BERTETTO

[#3]
Dr. Alessandro Valieri Otorinolaringoiatra, Medico estetico, Chirurgo plastico 1,1k 12 27
Caro paziente,
Le consiglio di farsi seguire presso Centro di audiovestibologia.

Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa