Attivo dal 2007 al 2007
Dottori Egregi,

l' otorinolarigongiatra oltre una cura farmacologica mi ha consigliato di fare più lavaggi nasali al giorno con soluzione fisiologica, però non mi ha spiegato come fare e io non glielo chiesto.

Devo tenere una narice tappata o devo lasciarla libera quando con una siringa senza ago spruzzo l' acqua nell' altra narice ?
Se spruzzo troppo forte posso causarmi dei danni all' udito ?( sono già mezzo sordo ed ho tanta paura di compromettere ulteriormente il mio udito )

Ps: ho dei piccoli polipetti nasali ( il dottore ha detto di non operarmi ) che quando non sono raffreddato ancora mi permettono di respirare abbastanza bene, il problema è che quando mi si infiamma la gola subito dopo finisce sempre che per 4 - 5 giorni è come se avessi cemento armato nel naso, C-O-M-P-L-E-T-A-M-E-N-T-E otturato, può essere che ciò sia dovuto all' infiamazzione dei polipi, o questi non possono infiammarsi poichè semplice escrescenza carnale ?

Vi ringrazio tantissimo per l' aiuto che fornite.

[#1]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
CODIGORO (FE)
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
i lavaggi nasali non possono far peggiorare il Suo udito. Sulle modalità, può chiudere o non chiudere la narice opposta al lavaggio (comunque all'interno della confezione troverà adeguate istruzioni).
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#2]  
Dr. Andrea Mezzoli

24% attività
0% attualità
0% socialità
RIMINI (RN)
LUGO (RA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
le consiglio lavaggi nasali con Lavonase: testa in avanti sul lavandino,l'acqua entra da una narice e fuoriesce dall'altra,durante la cura deve respirare dalla bocca.Quindi narice libera e niente siringa.
Se ha polipi nasali sarebbe bene associare una terapia cortisonica che possa ridurli notevolmente di dimensioni.
Andrea Mezzoli
Andrea Mezzoli

[#3] dopo  
Attivo dal 2007 al 2007
Gentilissimi dottori GRAZIE per le risposte,

ad eventuali peggioramenti uditivi, mi riferivo al fatto che temevo e a causa della mia ansia con stupidità TEMO ANCORA che spruzzando troppo forte posso danneggiare il timpano (attraverso la tuba d' Eustachio) e non le cellule ciliate.

Siccome le tento tutte (potete cortesemente dirmi semplicemente si o no ) vi chiedo gentilmente se i suffumigi con sale e bicarbonato possono essermi utili o il calore del vapore può invece aumentare la mia imnfiamazione ?

Cordialità e grazie ancora.

[#4]  
Attivo dal 2005 al 2015
Fossi in lei mi limiterei ad effettuare lavaggi nasali con semplice soluizone fisiologica

[#5] dopo  
Attivo dal 2007 al 2007
Egregi e gentili dottori Vi ringrazio per i consigli e.............

come già accennato ho il terrore che il mio deficit uditivo neurosensoriale ( dal 35 al 65 % ) possa ulteriormente peggiorare e, siccome almeno tre volte all' anno ho fortisssimi raffreddori derivanti dall' infiammazione alla gola durante i quali mi si tappano sempre le orecchie e mi si abbassa l' udito, leggendo sulle otite medie per cercare conforto e un pò di tranquillità, ho letto che in coincidenza con ogni infiammazione delle prime vie respiratorie, si verifica una riacutizzazione del processo infiammatorio, e a lungo andare possono verificarsi danni a carico degli ossicini.

Ciò mi ha fatto sprofondare nell' ansia.
Per questo volevo cortesemente domandarvi:
considerato che quando mi si tappano le orecchie ed ho un ulteriore abbassamento dell' udito, a me le orecchie non fanno male ( più che altro è un fastidio quasi impercettibile ) vuol dire che non si tratta di otite ma di un' infiammazione delle fosse nasali che come effetti comporta l'otturazione completa del naso ed l' otturazione con calo dell' udito delle orecchie ? ( assumendo il Fluifort che mi aveva prescritto l' otorino dopo 3 - 4 giorni iniziano lentamente a stapparsi )

Siccome mi succede minimo tre volte all' anno sono terrorizzato che possa trattarsi di otite e che quindi ( come ho riportato sopra ) a lungo andare possono verificarsi danni a carico degli ossicini.

Scusate se prolungo ancora la lettera : se dopo la descrizione dei miei sintomi, voi potete escludere che si tratta di otite, chiedo gentilmente se queste ripetute infiammazione alla gola ed al naso, ancora peggio delle otite possono causarmi ulteriori danni all' udito a livello neurosensoriale distruggendo le poche cellule ciliate che mi sono rimaste.

Chiedo scusa per il disturbo, vi saluto cordialmente e vi prego di darmi delle delucidazioni il più possibile dettagliate ( nei limiti che il sito, il vostro tempo e la vostra benevolenza permettono )
perchè in questi casi divento quasi sordo è sono TERRORIZZATO che con il ripetersi continuo di queste infiammazione prima o poi finirà che non mi si stapperanno più le orecchie come è successo finora.