Utente 667XXX
Salve, ho 24 anni e circa 12 giorni fa mi sono perforata il timpano dell'orecchio sinistro durante una passeggiata in campagna (non so se è stato un insetto o un ramo). Ho fatto il trattamento antibiotico per 9 giorni. Dopo la visita con il microscopio, l'otorino mi ha detto che non si è perfettamente cicatrizzato: c'è una crosta che copre al 90% il buco. Mi ha consigliato di aspettare ancora qualche giorno per vedere se la crosta cade da sola e poi provvederà lui a rimuoverla e probabilmente all'operazione con applicazione della patch. Vorrei sapere se è necessaria questa operazione o se aspettando è probabile che la membrana si ripristini da sola, oppure se bisogna agire in fretta per favorire la cicatrizzazione.
Nei prossimi giorni mi devo laureare e a giugno ho alcuni spettacoli di danza a cui tengo molto. Mi comporterà dei problemi? Quanto tempo dura la degenza e il riposo dal lavoro e dallo sport?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Cara Signora, io le consiglio delle gocce auricolari da mettere nel condotto uditivo esterno per una quindicina di giorni, ovvero:
1) 3 gocce al mattino a base di tetraciclina, polimixina, idrocortisone, neomicina, lidocaina.
2) 2-3 gocce alla sera di alcool salicilico al 1%.
Attenzione a non far entrare nell'orecchio acqua, sapone, etc.
Speriamo che la perforazione (dipende dalle caratteristiche e dalla grandezza) si richiuda spontaneamente. Si sottoponga nuovamente, fra una quindicina di giorni, ad otomicroscopia e mi faccia sapere.
Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 667XXX

La ringrazio per la tempestiva risposta. Nel caso in cui la perforazione non si richiudesse spontaneamente, questo tipo di intervento (non so come si chiami esattamente), ossia l'applicazione di una patch, deve essere eseguito prontamente o può essere rimandato di qualche tempo? Io preferirei dare il tempo alla natura di fare il suo corso, anche perchè ho una pelle piuttosto delicata e solitamente le ferite ci mettono circa 20-30 gg a cicatrizzarsi (ad esempio mi sono tolta dei nei lo scorso anno), non vorrei che il mio otorino, per quanto lo stimi, avesse un po' "fretta" di operare. Premetto che non ho male, nè fastidi e dopo i primi 5-6 giorni è sparito anche il senso di ovattamento, ci sento esattamente come prima. Grazie per la sua disponibilità. In ogni caso le farò sapere come va la prossima visita.

[#3]  
Dr. Lepanto Lentini

20% attività
0% attualità
0% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
gentile signora, sebbene lìapplicazione di un patch in anestesia locale sia una procedura del tutto ininvasiva Le consiglierei di aspettare 20-30 gg dall'evento traumatico, la mia esperienza infatti ha assistito a chiusure spontanee (questo dipende anche dalla grandezza della perforazione)
cordiali saluti
dott. lepanto lentini
dott. Lepanto Lentini