Utente
Saluti tutti e vi ringrazio in anticipo. Mi sono iscritto su questo forum perchè sono molto preoccupato per mio padre che essendo un tipo all'antica "odia" in ospedale o da un qualsiasi altro medico.
Premetto che è un fumatore e circa un mese fà ha avuto una forte tosse durata una decina di giorni( credo che abbia fatto il suo decorso naturale, perchè nn ha preso alcun tipo di medicinale). Passata la tosse, qualche giorno dopo gli è venuto un mal di gola all'altezza del pomo di adamo, dice di provare forte dolore sia quando beve che quando mangia e da quanto ho capito anche quando non fa nessuna delle due cose, cioè prova un dolore di una certa intensita in modo costante. Purtroppo non so dirvi altro e spero qualcuno possa aiutarmi a capire quali possano essere le cause. Vi ringrazio nuovamente tutti e spero di essere stato il più chiaro possibile.
P.S scelgo un argomento senza sapere quale sia quello giusto......quindi non fate caso a quella specifica richiesta.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprendo la tua preoccupazione e, da cio' che hai descritto, penso che sia dura convincere tuo Padre a sottoporsi ad una RX del torace in due proiezioni ed a una rinolaringoscopia a fibre ottiche. Cerca di spaventarlo un po', dicendogli che i sintomi possono essere legati al fumo della sigaretta.
Mi farà piacere conoscere gli esiti degli accertamenti. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Mi scuso per non aver risposto prima, come prima cosa vorrei ringraziarti per l'interessamento e per la risposta arrivata con notevole tempestività. Per quanto riguarda il problema di mio padre alla fine si è convinto ad andare dal medico che per fortuna non ha riscontrato nulla di preoccupante.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono contento che non ci sia nulla di preoccupante.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori