Utente
Gentili Medici, vi chiedo un consulto in merito a un mio problema davvero fastidioso.
Sono un ragazzo di 42 anni, attualmente non fumatore da quasi 6 mesi e in passato fumavo qualche sigaretta con una media di circa 5 sigarette al giorno.
Il problema che soffro da anni di disfonia intermittente o meglio la mia voce non è forte e squillante ma se parlo "esempio il ripetere una lezione" la voce tende a sparire e devo schiarirla spesso. Il sintomo è accompagnato da una sensazione di muco appiccicoso nella gola che nonostante i ripetuti tentativi di espellerlo non va via. Mi sono sottoposto l'anno scorso ad una visita presso uno specilista in ospedale e dopo una visita utilizzando uno specchietto e una candela accesa :) mi ha detto che non è nulla di grave ma una banale infiammazione della laringe. In data 20 marzo 2017 mi sono sottoposto ad una altra visita da un altro specialista in ospedale e lil suo esame obiettivo è il segente:
orofaringoscopia nella norma, laringoscopia indiretta: varicosità della corda vocale dx, iperemia della cornice aritenoidea da reflusso gastroesofageo, peraltro laringe normale per morfologia motilità, seni piriformi liberi. rinoscopia e otoscopia normale. Terapia consigliata Esoxx one 1 busta 1 ora dopo i pasti e IPP x al meno un mese. Altre indicazioni : rinofaringoscopia f.o.! Nonostante abbia effettuato la terapia il sintomo persiste....se ci penso e mi concentro nel sintomo quest'ultimo aumenta facendomi impazzire!!!! Ho prenotato l'esame con fibre ottiche ma ci sono tempi bibblici per eseguirlo con il ssn. Vi chiedo se posso stare tranquillo o ci possa essere qualche malattia seria incurabile celata dietro questi sintomi. scusate grazie. P.S. sono un soggetto molto ipocondriaco :)

[#1]  
Dr. Gianni Gitti

36% attività
8% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
dire che può stare tranquillo. I sintomi da lei riferiti non fanno supporre niente di grave ed in effetti sembrerebbero poter essere ricondotti ad un reflusso extra-esofageo. A tal proposito dia un'occhiata a questa pagina:

http://www.icare-cro.com/reflusso.html

Esegua in ogni caso anche la fibrolaringoscopia ma, visto che anche un collega a escluso problemi di rilievo, sarei propenso a tranquillizzarla.

Cordialmente
Dr. Gianni Gitti
Specialista in Otorinolaringoiatria, Medicina del Sonno e Medicina estetica
www.cro.firenze.it

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dr GITTI, a tal proposito le confermo che durante la giornata avverto dei piccoli rigurgiti acidi, nonostante la mia alimentazione sia povera di grassi e priva di sostanze alcoliche. Nel frattempo continuo con la terapia IPP prescritta dal Suo collega rimanendo in attesa di effettuare l'ulteriore indagine a fibre ottiche programmata per luglio. Infine, ci sono giornate che, il fastidio si minimizza e giornate in cui si accentua. La saluto e le auguro una buona giornata.