Utente 569XXX
Buona sera cari Dottori,
mi rivolgo a voi per un parere, poiché è da due mesi se non di più che il mio orecchio destro mi tormenta.
Premetto che quest’anno ho avuto due volte l’otite all’orecchio destro, ma non ho idea se sia rilevante o meno.
Dunque, circa due mesi fa, appena mi sdraiai per andare a dormire, avvertii un rumore come di pulsazioni/battiti all’orecchio destro e pensai che mi sarebbe andato via l’indomani al mio risveglio, come a volte accade con altri malesseri ed invece mi sbagliai, al mio risveglio c’era ad attendermi ancora questo suono soave.
In poche parole, ogni giorno, più volte al giorno, sento questo rumore nell’orecchio. Non va all’unisono col battito del cuore e la pulsazione non fa lo stesso suono di quando senti il cuore che batte, ma purtroppo mi è impossibile paragonarlo a qualcosa. Posso soltanto dire che la pulsazione non è costante, a volte accelera e la sento molto più rumorosa per calmarsi poco dopo. Fortunatamente non la sento 24 ore su 24 ma comunque per la maggior parte del tempo sì.
Dopo una settimana che questo rumore non dava cenno di smettere, sono andata dal mio medico di famiglia che mi ha visitata dicendomi che oltre a vedere l’orecchio destro leggermente arrossato e opaco, non notava nulla di anomalo. Per essere precisi mi aveva visitata una dottoressa alle prime armi, seguita ancora dal suo tutor e mi aveva detto che ero il suo primo caso con questo problema, quindi dopo un consulto telefonico con il suo tutor ha deciso di darmi uno spray nasale per 7 giorni, dicendomi che magari mi avrebbe risolto il problema e che se così non fosse stato, mi avrebbe mandata da un otorinolaringoiatra.
Ebbene, poco più di due settimane fa sono andata da questo dottore, il primario dell’ospedale, che mi ha pulito le orecchie da un po’ di cerume e mi è entrato in entrambi i setti nasali con una telecamera per controllare che fosse tutto nella norma. Ho fatto anche un esame dell’udito e ci sento perfettamente. Morale della favola non ha trovato nulla di anomalo, ma mi ha detto che potrebbe trattarsi di un problema con la mandibola (come se non fosse allineata) ma per essere sicuri mi ha detto di farmi una TAC alla testa anche se pensa che è tutto e posto e in quel caso di rivolgermi al mio dentista che conoscerà sicuramente il problema. Questo venerdì ho fatto la TAC ma ancora non so niente del risultato.
Negli ultimi 2 anni ho tolto 3 denti del giudizio e dovrei togliere anche il quarto. Quelli sopra erano storti verso l’esterno di 30* mentre quelli sotto inclusi completamente nella gengiva e storti di 90*. Mi manca da togliere il dente del giudizio inferiore destro.
Mi domando quindi se è possibile che nonostante il dente sia sotto la gengiva mi possa creare questo squilibrio della mandibola e di conseguenza l’acufene all’orecchio destro. E se è così, se secondo voi una volta tolto mi sparirá subito il problema all’orecchio.
Scusatemi per il papiro e grazie per la vostra disponibilità.

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, i denti del giudizio possono avere indicazioni a se stanti per la loro estrazione, ma raramente, sono responsabili di problemi come quelli di cui lei cerca la soluzione.
Sul problema degli acufeni ho spesso risposto a pazienti che hanno questo problema. Per non ripetermi, le suggerirei di leggere la mia risposta a questo quesito:
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/401408-otite_acufeni.html
Può essere utile avere qualche notizia in più su questi argomenti visitando il mio sito internet alla pagina "Patologie trattate- Patologie dell’Orecchio" e, leggendo gli articoli linkati qui sotto. Eventualmente, se si riconosce nella problematica illustrata, mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-disfunzioni-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1898-ceruminosi-tappo-cerume.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 569XXX

Grazie della risposta.
Ho letto tutti i link che mi ha gentilmente postato e il mio otorino parlava proprio di ATM nel caso non si vedesse nulla di anomalo dalla tac che purtroppo ancora non ne so i risultati.
Di sintomi oltre al rumore nell’orecchio non ne avverto nessuno. Ho notato però che quando sono sdraiata lo sento sempre, mentre quando sono in piedi lo sento meno frequentemente. E ho scoperto che se premo le dita sul collo (a destra) o sotto l’orecchio, non sento più il rumore.
L’ATM puó centrare qualcosa col fatto che deglutisco male (lingua che spinge sui denti superiori) e quindi piano piano i denti mi si stanno stortando?

[#3]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La deglutizione atipica può aver causato nel tempo, sopratutto nella crescita, qualche problema nello strutturarsi dell'occlusione.
Bisognerebbe poter vedere.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com