Utente 362XXX
Gentili dottori,

Ho ritirato il referto di una TAC dei seni paranasali effettuata pochi giorni fa per cercare di dirimere la presenza di catarro giallo cronico dal retro del naso (spesso accompagnato da febbricola), presente praticamente ogni mattina al risveglio e vi chiederei la gentilezza di dirmi se c'è qualcosa che potrebbe spiegare a vostro avviso la mia sintomatologia.
(Anticipo che da fibroscopia e TAC effettuata un anno fa non era emerso nulla che fosse compatibile con una sinusite cronica).

Ecco il referto:
"Esame eseguito senza contrasto con acquisizione assiale volumetrica e ricostruito in multiplanari.
Modesta iperpneumatizzazione dei seni frontali e dei seni mascellari.
Circoscritto ispessimento pseudocistico del seno mascellare da ambo i lati.
Lieve andamento sinuoso del setto nasale con accenno a sperone osseo rivolto a destra ove contatta la cornice mucosa del turbinato inferiore.
Cornetto medio paradosso bilateralmente.
Libera e normorappresentata l'unità ostio-meatale da ambo i lati. "

C'è qualcosa in quello che è refertato sopra che potrebbe giustificare la presenza di questo costante catarro GIALLO dal retro del naso?
Quegli ispessimenti pseudocistici potrebbero essersi cronicamente infettati?

Un vostro parere mi sarebbe di grande aiuto,

In attesa di cortese riscontro,
grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dalla tac risulta una sinusite mascellare bilaterale che giustifica il sintomo descritto. Direi, quindi, di fare una cura antibiotica ad ampio spettro, oltre l'utilizzo di un cortisonico e di un mucolitico per via orale. Consulti a riguardo il suo Medico di famiglia
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno dottore,
la ringrazio moltissimo della risposta.

Purtroppo sono andato giusto stamattina dal medico di base il quale leggendo la TAC mi ha detto che non c'è sinusite... ma com'è possibile? Il referto è dubbio e può essere male interpretato? Da cosa si evince nel referto che c'è sinusite?

Fermo restando che penso fermamente che lei abbia ragione, dato che i sintomi ci sono tutti, come faccio a farmi dare una cura se il medico nega che ci sia il problema?

C'è modo di contattarla privatamente per telefono o via mail?

Grazie.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
"Circoscritto ispessimento pseudocistico del seno mascellare da ambo i lati. " , in realtà è catarro presente all'interno dei seni mascellari. Comunque sia, non ci si deve basare solo sulla lettura del referto, ma si devono leggere di persona le immagini dell'esame e per cui consiglio di rivolgersi ad uno Specialista
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno dottore,

la ringrazio molto del suo feedback.

Ho seguito il suo consiglio e mi sono recato da uno specialista otorino, il quale ha visionato direttamente la TAC (non il referto) ma ne ha concluso anche lui che non c'è sinusite. In compenso ha trovato i turbinati marcatamente gonfi (nemmeno menzionati nel referto peraltro!).
Effettuando successivamente la fibroscopia ha confermato quanto evidenziato dalla TAC, ovvero l'ipertrofia dei turbinati senza sinusite.
A suo dire l'ipertrofia dei turbinati potrebbe essere la causa sia dello scolo retronasale che della febbricola che spesso ho, specialmente nella stagione fredda.

Mi ha prescritto un antibiotico topico, lavaggi nasali e cortisone, lasciandomi intendere che probabilmente per stare bene dovrà comunque operarmi.

1) E' possibile che l'ipertrofia dei turbinati causa un leggero innalzamento termico insieme allo scolo retronasale?

Grazie.

PS: sono francamente un po' confuso... Ho i sintomi della sinusite, il referto richiama - come da sua interpretazione- ad una sinusite frontale, ma alla visione della TAC mi viene detto che il problema è nei turbinati e che non c'è traccia di sinusite... non riesco davvero a capirci più nulla...

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Francamente, non condivido quanto detto dal Collega sulla causa del sintomo in questione. Esegua la cura prescritta e, al suo termine, se dovesse sfortunatamente persistere il sintomo, consulterei un altro Specialista
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente 362XXX

Salve dottore,

Farò come mi ha suggerito. Sono però francamente senza parole: Ma la fibroscopia non dovrebbe anch’essa individuare una sinusite mascellare se presente? Io stesso ho visto sullo schermo mentre la eseguiva ed in effetti non c’era la minima traccia di muco.

Ad ogni modo, proverò a fare la cura poi nel caso, se proprio non ne verrò a capo verrò a farmi visitare da lei...(lo avrei già fatto se non fossero 5 ore di auto)... non so più che fare!

Grazie

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il catarro è all'interno dei seni mascellari e, quindi, con la fibroscopia, non si apprezza alcun drenaggio dal rispettivo foro di uscita del seno paranasale. Auguriamoci che la cura dia i suoi effetti.
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente 362XXX

Buongiorno Dottore,

La ringrazio della risposta.

Mi chiedevo: è possibile inviarle alcune immagini della TAC dove si vedono questi ispessimenti pseudocistici?
Potrebbe fornirmi un indirizzo mail a cui inviarli?
Questo perché se dopo avere visionato le immagini rimane dell'opinione che una diagnosi di sinusite cronica resti plausibile (nonostante la negatività della fibroscopia) sarei dell'idea di venire in studio da lei di modo da avere finalmente una diagnosi ed una cura.

In attesa di un suo cortese riscontro,
ringrazio e saluto.