Utente 450XXX
Buonasera dottori,

Scrivo qui più che altro per aggiornarvi sulla mia situauzone.
Per chi non conosce la mia storia clinica cercherò di fare un breve riassunto:

Nel Marzo 2017 ho una breve un'influenza con febbre e mal di gola, con comparsa di linfonodi visibili al lato del collo alla mia sinistra, indolori e mobili.
La dottoressa, dicendomi che i linfonodi sono reattivi, mi prescrive una cura e l'influenza scompare nell'arco di 3-4 giorni, mentre i linfonodi rimangono al tatto seppur non più visibili.


Nei mesi dopo avverto una sensazione di nodo alla gola con necessità di schiarirmi spesso.
La dottoressa, presumendo su trattasse di reflusso, mi prescrive del Gaviscon e due visite: la prima da un otorinolaringoiatria e la seconda da un gastroenterologo.
Per accellare i tempi mi reco in un centro medicina privato ma entrambi gli specialisti non rivelano nulla di anomalo, nessun segno di reflusso, gola, corde vocali, stomaco e collo in perfette condizioni.
Nel frattempo il Gaviscon non fa nessun effetto.


La dottoressa a quel punto, conoscendomi da anni e sapendo che sono un tipo ansioso e ipocondriaco, mi dice che il nodo alla gola è dovuto ad uno stato di ansia.


Arriviamo al 2019.

Mi sono anche risentito con i medici che mi avevano visitato palesando nuovamente a loro che nulla era cambiato dalle visite e che il nodo alla gola rimaneva, i linfonodi pure, indolori, non visibili, ma pur sempre presenti al tatto, tanto da farmi pensare a qualcosa di più grave.
Mi è stato detto che, in caso di una patologia grave (ad esempio un tumore) il volume dei linfonodi cresce a vista d'occhio e ci sono solitamente altri sintomi.


Io in questi due anni, oltre al nodo alla gola persistente e ai linfonodi presenti, non ho avuto alcun sintomo strano, mai una febbre, mai un mal di gola o altro.
Tengo a precisare che nemmeno fumo o bevo.
Ogni tanto, prima di coricarmi ha letto, ho avvertito una sensazione di pressione allo stomaco e mancanza di respiro, ma è successo molto raramente.
Per il resto conduco una vita normale e mangio e bevo senza difficoltà.


Ho anche letto che i linfonodi o il nodo alla gola possono verificarsi anche a seguito di sforzi fisici e io frequento palestra 3 giorni a settimana, ma lo trovo molto improbabile come motivo.


Scusatemi se mi sono dilungato, cerco solo un po' di conforto e qualche consiglio in più a questa situazione da cui non riesco a uscirne.
Grazie del vostro tempo e buona serata.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non conoscendo di persona il suo caso specifico, posso solo dare delle indicazioni generali, basandomi su quanto descritto. Prima di tutto, farei una ecografia del collo per la linfoadenopatia, oltre un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni con antibiogramma Utile anche un prelievo di sangue per: emocromo con formula, ves, tas, pcr, ebv, citomegalovirus. Una volta in possesso delle risposte, cerchero' di esserle piu' di aiuto.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 450XXX

Buongiorno Dottor Brunori e grazie della sua risposta. Effettivamente l'ecografia al collo era un punto sul quale ho insistito più volte con la mia dottoressa ma la risposta è sempre stata che, essendo i linfonodi di tipo reattivo e non essendosi mutati di aspetto, non era necessario ricorrere all'ecografia. Se posso chiederle, seppur a distanza, cosa ne pensa di quel che è stato detto dai dottori che mi hanno visitato? La ringrazio e buona giornata.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non so cosa pensare. Credo, invero, che ci sia di base una linfoadenopatia probabilmente da una pregressa mononucleosi, oltre una infiammazione esofagea. Sono sempre dell'idea sull'utilità di una ecografia del collo, considerando che non è un esame invasivo o che espone a radiazioni.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 450XXX

Ciò che scrive dottore sono cose gravi? Perché settimana prossima sarò via per circa 12 giorni e vorrei capire se è una cosa che posso fare al mio ritorno oppure no.

[#5] dopo  
Utente 450XXX

Ho sentito parlare anche di Ernia Itale, potrebbe essere collegata in qualche modo?

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Puo' partire tranquillamente e rivedere il problema al ritorno. Circa l'ernia iatale non so che dirle, visto che dobbiamo riconsiderare il tutto
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente 450XXX

Buongiorno Dott. Brunori,

La aggiorno del fatto che questa mattina sono stato dalla mia dottoressa. Mi ha palpato nuovamente il collo ribadendo che i linfonodi ci sono ma che secondo lei rientrano nella norma. Su mia richiesta mi ha prescritto delle analisi complete del sangue con anche le voci da lei indicate ed esame delle urine. Si svolgerà il 21 febbraio al mio rientro dalle ferie. Per quanto riguarda l'ecografia al collo mi ha detto che prima aspettiamo i risultati delle analisi.

Buona giornata e grazie.

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto. Ci aggiorniamo con le risposte degli esami. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente 450XXX

Buongiorno Dott. Brunori,

Ho ricevuto l'esito delle analisi e, in attesa di valutarle con la mia dottoressa, volevo avere un suo parere se possibile.

Sono comparsi i seguenti asterischi:

RDW - DISTRIB. VOLUMI RBC 11,2%

MONOCITI 1,0 10(9)/L

S-COLESTEROLO TOTALE 306 mg/dL

S-AC-ANTISTREPTOLINA O (TAS) 289 Ui/mL

Per quanto riguarda il Citomegalovirus da lei citato:

S-Ac-IgG ANTI CITOMEGALOVIRUS 119,0 UA/mL

S-Ac-IgM ANTI CITOMEGALOVIRUS 0,19 Indice

S-Ac-IgG ANTI EPSTEIN BARR VIRUS (VCA) 183,0 UA/mL

S-Ac-IgM ANTI EPSTEIN BARR VIRUS (VCA) < 10,0 UA/mL

Le preciso che del colosterolo alto ne ero a conoscenza, l'ho sempre avuto alto nonostante le diete perché purtroppo ereditario.
Per quanto riguarda L'ANTI STREPTOLISINA ho visto che è correlato allo streptococo, che io effettivamente ho avuto, ma più di 10 anni fa!

[#10] dopo  
Utente 450XXX

Forse mi sono dimenticato di inserire i valori di riferimento, mi faccia sapere se ne ha bisogno. Grazie ancora

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Le risposte mostrano una mononucleosi nella fase acuta e, pertanto, deve rivolgersi al suo Medico curante per le regole da seguire
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente 450XXX

Buonasera Dott. Brunori,

Intanto grazie della sua risposta. Ho appuntamento con il mio medico curante già domani mattina. Come è possibile comunque sia una mononucleosi acuta? In questi due anni circa non ho avuto mai una febbre... Può forse manifestarsi in maniera "silenziosa"?

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, è possibile
Dr. Raffaello Brunori

[#14] dopo  
Utente 450XXX

Capisco e la ringrazio. La terrò informata se vorrà sui futuri sviluppi. Buona serata

[#15] dopo  
Utente 450XXX

Buongiorno Dott. Brunori,

Mi sono recato dal mio medico curante questa mattina e guardando le analisi non mi ha parlato né di mononucleosi né di streptococo, che era il mio dubbio visto il valore alto della spreptolisina.
A proposito di questa mi ha detto che, nonostante ci sia un asterisco, non è un valore preoccupante come nemmeno i dati relativi al Citomegalovirus, dicendomi che potrei averlo avuto anche in passato e il mio sistema lo riconosce ma non è richiesta alcuna azione e i linfonodi sono rimasti papabili in seguito a una situauzone pregressa.
Era preoccupata unicamente per il mio colesterolo, mi ha prescritto il RiscolPlus e prescritto una prima visita per dislipidemie.
Per quanto riguarda il nodo in gola lei insiste che si tratti sempre di ansia.
Sto valutando, anche se a pagamento, di andare da un altro medico perché se prima avevo dei dubbi ora ne ho ancora di più...

[#16]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprendo perfettamente la sua perplessità e condivido la sua idea di consultare, per scrupolo, un altro Medico
Dr. Raffaello Brunori

[#17] dopo  
Utente 450XXX

La ringrazio nuovamente Dott. Brunori. Capisco di risultare ansioso e ipocondriaco (effettivamente lo sono in parte) però di fronte a dei dati che mostrano dei valori sballati, non capisco come si possa "passarci sopra" e ricondurre tutto all'ansia.
Consulterò un altro medico. Lei rimane comunque dell'idea di mononucleosi?

[#18]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si
Dr. Raffaello Brunori

[#19] dopo  
Utente 450XXX

La ringrazio. Forse già questo giovedì potrò andare dal medico, sperando di avere qualche risposta più concreta. La terrò aggiornata. Grazie ancora e buona serata