Utente
Buona sera, sono una ragazza di 23 anni ed è da qualche settimana che mi sono accorta di avere un po' di raucedine, non esagerata, come se ogni tanto la voce perdesse di tono improvvisamente, ma comunque non mi fa stare tranquilla.
Premetto che sono una fumatrice, ma non di quelle accanite, fumo due o tre sigarette al giorno.
Ho anche qualche linfonodo gonfio nel collo, uno in particolare nel sotto mento che ho anche fatto controllare da un otorino un paio di mesi fa e che ha confermato fosse proprio un linfonodo reattivo, ma è da qualche giorno che me ne sono comparsi altri, di cui uno vicino alla fine del mandibola a destra che mi crea fastidio.
Ogni tanto il dolore si irradiava anche all'orecchio destro ma questo sintomo non è durato molto e sentendo il dentista la causa poteva essere che di notte digrigno i denti, in quanto ho anche un debole acufene.
Mi sembra di sentire anche un nodo alla gola e una specie di restrizione alla base del collo che però non mi impediscono di respirare o di ingoiare normalmente.
Ho anche mal di gola (specialmente dopo che fumo) e raffreddore praticamente persistenti.
Sono una ragazza particolarmente ipocondriaca e nonostante la visita dall'otorino, non riesco a stare tranquilla, sto pensando al peggio e temo possa essere qualcosa di grave, anche perché la raucedine e gli altri linfonodi sono comparsi circa un mese dopo la visita e non ho potuto farli presente al dottore e anche perché in generale mi sembra mi stiano spuntando fuori sintomi dal nulla.
Non so se possa servire ma ad ottobre ho fatto gli esami del sangue e, con lo scrupolo del mio dottore (conoscendomi) di farmi fare qualsiasi tipo di esame possibile, tutti i risultati sono usciti perfetti, a detta sua sono sana come un pesce! Capisco perfettamente che sia impossibile fare una diagnosi a distanza ma vorrei anche solo avere un parere per capire se le mie grandi preoccupazioni sono giustificate o meno, perché inizio ad essere davvero spaventata.
Il mio dentista ha detto che potrebbe essere dovuto ad un costante stato d'ansia, davvero potrebbe creare tutto questo?
Ringrazio in anticipo

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Uno stato d'ansia non puo' originare una linfoadenopatia, ovviamente, ma puo' contribuire ad amplificare una sintomatologia di base. Si è fatta visitare da uno Specialista, ha fatto le analisi ed il risultato è stato negativo e, per cui sarei tranquilla al suo posto. Comprendo benissimo cio' che descrive e, di certo, non si inventa nulla. Per la raucedine ed il senso di corpo estraneo in gola, penso che il tutto possa derivare da una infiammazione esofagea, mentre i linfonodi, esito di un vecchio processo infiammatorio del cavo orale. Utilizzi per qualche giorno del paracetamolo per sfiammare i linfonodi ed utilizzi un integratore a base di zinco per l'infiammazione esofagea, per almeno un mese. Chieda al suo farmacista di riferimento.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Non so come ringraziarla dottore, in primis per la celerità della risposta e in secundis perché ha compreso i miei sintomi ed il mio stato d'animo. Purtroppo sono soggetta ad uno scetticismo continuo dovuto alla mia ipocondriaca, ultimamente è aumentata e non so se sia una conseguenza o una casualità questa comparsa di "cose" sul mio corpo. Nella domanda mi sono dimenticata di scrivere che l'otorino mi aveva prescritto per i linfonodi il Fortilase, un integratore a base di bromelina da prendere una volta ogni 12 ore per un mese, che però, devo essere sincera, andando contro le mie paure, avevo deciso di non prendere, convinta che prima o poi sarebbero passati da soli. Può andare bene per la cura che mi ha consigliato lei? O provo prima solo con il paracetamolo? A base di zinco ho degli integratori per capelli (si sto anche perdendo molti capelli), possono andare bene o troppo blandi? Quindi lei crede che possa stare tranquilla? È solo dovuto ad una grossa infiammazione o alla base potrebbe esserci qualche altra motivazione un po' più seria? Gli esami del sangue di ottobre avrebbero mostrato qualcosa di anomalo?
Ora purtroppo sono in Spagna ma appena torno in Italia farò una nuova visita da un otorino e nuovi esami del sangue. Grazie mille ancora dottore.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Niente di grave, tranquilla. Per quanto riguarda l'integratore a base di zinco non penso che quello utilizzato per i capelli possa essere sufficiente per la cura dell'infiammazione esofagea. Per la linfoadenopatia, usi pure il fortilase, mattina e sera per almeno una ventina di giorni
Le auguro una buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Perfetto, grazie mille ancora dottore. Una mia curiosità, fosse stato qualcosa di più grave, gli esami del sangue di ottobre avrebbero mostrato dei risultati anomali?

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Senza dubbio. Si tranquillizzi, mi raccomando!
Dr. Raffaello Brunori