Utente
Buongiorno, ormai da mesi ho una tossetta secca che presumo sia stizzosa, mi è iniziata nel periodo di febbraio, consultando il medico curante ho preso un calmante per la tosse che sembrava aver funzionato, poi mi è ritornata dopo due settimane, per poi ripresentarsi a Maggio.

Mi inizia la mattina appena mi alzo Con qualche colpo di tosse, poi a volte dipende dai giorni, a volte mi rimane per tutto il giorno solo la mattina poi ogni tanto il pomeriggio e poco prima di dormire, arrivato il momento di dormire sparisce.

Sentendo il medico curante mi ha prescritto un antistaminico che non ha sortito alcun effetto, ho fatto anche un Rx torace e ovviamente il medico mi ha oscultato I polmoni e misurato la saturazione, tutto risulta nella norma.

A questo punto mi sto chiedendo se devo preoccuparmi essendo io di mio un tipo ansioso.

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, La tosse è sintomo comune a molte patologie, alcune banali, altre potenzialmente gravi : non c’è dubbio che il medico vada sempre consultato. Se però il problema permanesse nonostante le indagini diagnostiche e le cure che abitualmente si prescrivono nel suo caso, varrebbe forse la pena di considerare un aspetto solo apparentemente secondario: lo schema respiratorio che il paziente presenta. Infatti, quando si respira con la bocca anziché con il naso, una considerevole quota di aria inspirata salta il fisiologico filtro costituito dall'epitelio nasale ciliato e , senza essere preriscaldata umidificata e filtrata nelle fosse nasali e nei seni paranasali, investe la gola, irritandola cronicamente: di qui la tosse secca . Anche batteri e virus sono facilitati ad entrare e ad insediarsi in maniera cronica o ricorrente nelle vie respiratorie. Si tratta solitamente di pazienti che nel sonno russano e si svegliano con la gola secca, e di giorno tendono a mantenere la bocca semiaperta. Bisognerebbe appurare se nel suo caso succede così.
Se così fosse, sarebbe il caso di consultare anche un dentista esperto in problemi respiratori e nel sonno.
Su questo argomento può avere qualche ulteriore notizia visitando il mimo sito internet alla pagina Patologie trattate-Patologie respiratorie

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com