Utente
Salve, mio figlio, un anno fa lamentava una senzazione di orecchie tappate e a volte anche del naso... Dopo la visita dall'otorino il referto fu' il seguente:
" una deviazione del setto nasale sinistro convessa condro-vomerina in paziente con ipertrofia del tessuto linfatico in rinofaringe che appare occupare per il 60-70% le coane causa dei sintomi riferiti dal paziente.
Otoscopia nella norma.
Normoacusia bilaterale.
Cura da ottobre a aprile con brusonex spray (per 20 gg al mese) e immunobron cpr da ottobre ad aprile (per 10 gg al mese).

Visita di controllo successivamente per le decisioni del caso.

Nonostante la cura mio figlio, di anni 19, continua ad avere gli stessi disturbi disturbi come orecchie tappate e naso tappato e ultimamente anche difficoltà ad addormentarsi perchè non respira bene.
Vi chiedo se l'asportazione delle adenoidi prospettata dall' otorino è necessaria ed è una prassi normale in età adulta; inoltre quali controindicazioni puo' comportare l'operazione in età adulta.
Inoltre mi chiedo come mai le adenoidi non sono state riscontrate a mio figlio da nessun pediatra in età pediatrica, puo' essere che si sono ingrossate in età adulta?

Grazie per la vostra attenzione

[#1]  
Dr. Simone Spagliardi

24% attività
20% attualità
8% socialità
VERBANIA (VB)
CUNARDO (VA)
CORNAREDO (MI)
NIBBIOLA (NO)
SAN NAZZARO SESIA (NO)
SAINT-CHRISTOPHE (AO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Buongiorno, le adenoidi sono presenti fisiologicamente in tutti i bambini; il pediatra non le ha riscontrate perché solo l’otorino, tramite una fibroscopia nasale, può valutare direttamente il grado di ipertrofia delle adenoidi: è un esame che si fa solitamente solo nei bambini sintomatici, altrimenti si da semplicemente per scontato che ci siano. All’età di suo figlio le adenoidi invece solitamente non sono più presenti o quasi, perché da una certa età in avanti iniziano progressivamente a ridursi; sicuramente non è normale che diano un’istruzione del 60-70% dello spazio respiratorio dando problemi anche di ovattamento auricolare. È verosimile quindi che le adenoidi di suo figlio non si siano mai ridotte di volume come avrebbero dovuto. La terapia consigliata avrebbe lo scopo di ridurne le dimensioni, ed è stata impostata dal collega secondo la sua esperienza. È in ogni caso corretto quanto le ha consigliato, cioè che in caso non dovessero ridursi con la terapia medica sarebbe indicato procedere ad adenoidectomia. In alcuni casi in età adulta può essere necessario eseguire esami radiologici preliminari all’intervento, ma sarà il Collega nel caso a suggerirli. L’adenoidectomia è comunque un intervento breve e solitamente ben tollerato senza particolari problemi anche in età adulta.
Un cordiale saluto ed auguri.
Dr. Simone Spagliardi

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore., la terro' informata.