Utente
La presente per chiedere un parere sulla mia attuale situazione di iposmia e ipoageusia conseguente ad una sindrome influenzale (probabile covid).
Sono un uomo di 49 anni e a fine febbraio, dopo due giorni di completa perdita di olfatto e gusto ho fatto una visita orl in cui mi è stata diagnosticata una marcata ipertrofia dei turbinati e data una cura di cortisone a pasticche a scalare, uno spray cortisonico e un integratore di vitamina b e zinco... Ho recuperato un po’ ma non del tutto, soprattutto il gusto è molto affievolito e cambiato e l’olfatto non è assolutamente come prima.
Vorrei sapere se c’è qualcos’altro che si può fare o devo solo aspettare mesi per capire se ci sono ancora margini di miglioramento.

[#1]  
Dr. Giancarlo Cassani

40% attività
20% attualità
12% socialità
CASALPUSTERLENGO (LO)
SAN COLOMBANO AL LAMBRO (MI)
PIACENZA (PC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Boongiorno
Riferisce iposmia e ipoageusia conseguente ad una sindrome influenzale (probabile covìd 19).
In effetti certi virus hanno la caratteristica di aggredire i nervi e in particolare olfatto e gusto.
Inoltre sembra che il covid 19 oltre a causare
altre manifestazioni patologiche ben note sia spesso responsabile anche di questa sintomatologia a carico del sistema nervoso periferico ( e forse non solo). Purtroppo occorre tempo per un ripristino parziale o totale, anche mesi.
Ad ogni modo sembra che lei sia già avviato sulla strada giusta e con le cure a cicli di Vit B e antinfiammatori potra avere un buon giovamento.
Cordiali saluti.
Dr. GIANCARLO CASSANI