Utente
Buongiorno!
Da novembre a oggi sono stata 3 volte dall'otorino per problemi ad entrambe le orecchie.

La prima volta otite media purulenta dolorosissima a orecchio sx.
Guarisco ma rimane un forte prurito per cui mi viene detto erroneamente dal mio medico di base che è solo un po' di cerume;
La seconda volta a febbraio, dopo una brutta influenza, otite esterna ad entrambe le orecchie e micosi.
Anche qui guarisco ma persiste il prurito.
Nel frattempo inizia il lock down e il mio otorino non mi visita più, ma mi da consulti per telefono.
Mi sostituisce le gocce di acido borico con otovit e mi ritorna l'otite... Mi prescrive la cura sempre per telefono, alchè cerco un altro otorino che possa visitarmi.

Arriva la terza visita a maggio, lo specialista mi dice che ho l'orecchio pulito e il prurito è causato da dermatite. Timpanogramma normale e esame audiometrico anche.
Mi da delle goccioline da usare 8 gg e alla fine finalmente il prurito, dopo 7 mesi, passa!!
Qual è il problema?

Il problema è che ogni volta che deglutisco sento gli orecchi che mi si stappano e questo ultimo dottore mi aveva dato uno spray nasale con soluzione isotonica che però non ha sortito effetti.
Inoltre a distanza di due mesi è tornato il prurito... non capisco, cosa hanno le mie orecchie che non va?

Sicuramente richiederò un quarto consulto

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, sul tema dell’Otite Ricorrente, ho spesso risposto a pazienti che presentavano il medesimo suo problema: per non ripetermi, le suggerirei di leggere la risposta a questo quesito, in qualche modo simile al suo:
https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/688479-otite-media-ripetuta.html

Comunque, poiché si è già sottoposto alle visite specialistiche e alle cure del caso senza particolare successo, il quadro che lei descrive potrebbe forse essere sostenuto da una predisposizione strutturale e disfunzionale sottostante, quasi sempre ignorata.
A lato della terapia medica e di quella chirurgica può infatti essere utile considerare l'opportunità di rimuovere l'eventuale conflitto tra condilo mandibolare e l’orecchio. Per vari motivi legati in particolare al tipo di occlusione/malocclusione dentaria con malposizione mandibolare che il paziente presenta, i condili della mandibola possono dislocarsi in una zona arretrata, entrando in rapporto con le superfici più distali delle cavità articolare che li ospita. Tali superfici sono in intimo rapporto con l'orecchio. In questo caso, assai comune, ogni qualvolta l'individuo deglutisce (e ciò avviene circa duemila volte al giorno a prescindere dalla volontà e dallo stato di sonno e veglia) i condili percuotono l'orecchio con più o meno violenza, come può essere facilmente riscontrato con la palpazione endoauricolare, infilando cioè i mignoli nei Condotti Uditive Esterni (CUE), con i polpastrelli rivolti in avanti, e aprendo e chiudendo la bocca.
Questo continuo stimolo meccanico può irritare il CUE, rendendolo recettivo a fenomeni infiammatori, infettivi, micotici: si tratta , ad esempio , della tipica otite esterna da piscina , che impedisce a molti pazienti di nuotare senza timori. Può inoltre stimolare la secrezione delle ghiandole ceruminose e causare le orecchie sempre sporche . Infatti, anche la secrezione di cerume e' fisiologicamente stimolata dal massaggio che, durante i movimenti masticatori, il condilo mandibolare opera sul Condotto Uditivo Esterno: va da se' che, se questo massaggio e' eccessivo, anche la stimolazione può essere eccessiva, fino a facilitare la frequente formazione di tappi di cerume, o comunque una sgradevole ipersecrezione , e l'impianto di batteri e funghi.
Nel cattivo funzionamento della tuba c'é la chiave interpretativa della maggior parte delle patologie dell’orecchio medio.
Sottolineo che anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici o comunque non trovano soluzione, è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione.
Per tutto quanto spopra le consiglio di consultare anche un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e di rapporti fra questa e l’orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità .
Può trovare qualche ulteriore notizia su questo argomento visitando il mio sito internet alla pagina patologie trattate patologie dell’Orecchio , e leggendo gli articoli che si aprono con il link qui sotto: se si ritrova nelle problematiche descritte, eventualmente mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1898-ceruminosi-tappo-cerume.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2492-il-prurito-auricolare-cronico.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente
Intanto la ringrazio molto per la risposta.
La descrizione che lei mi ha dato della possibile causa è stata molto esaustiva ed in effetti mi ci ritrovo anche.
Ho chiesto un consulto da un dentista gnatologo che mi ha visitato pochi giorni fa. Mi ha fatto qualche "test", ovvero aprire e chiudere la bocca, spostare la mandibola a destra e a sinistra, mentre lui aveva le mani appoggiate sull'articolazione. Infine mi ha messo dei piccoli batuffoli di cotone dell'arcata di denti posteriori a dx e sx e mi ha chiesto di stare per qualche minuto con bocca aperta e mandibola chiusa per schiacciarli.
Infine mi ha detto che non ho problemi di malocclusione (la chiusura non è perfetta ma secondo lui non tale da provocare il problema che ho alle orecchie), che con questo ultimo test non avrei dovuto sentire il rumore ogni volta che deglutisco, invece io lo sentivo sempre. Mi ha detto che a suo parere ho la tuba intasata, che devo farmi prescrivere aerosol con fluimucil e un po' di cortisone per risolvere.
Lei cosa ne pensa?
Nei prossimi giorni andrò dal mio medico di base a farmi prescrivere questo aerosol, anche se non sono tanto convinta...

[#3]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
" la chiusura non è perfetta ma secondo lui ..." Secondo me, ovviamente, non posso pensare nulla più di quanto le ho scritto senza poterla visitare.
La ringrazio della recensione.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com