Utente
Buonasera, mio figlio di 6 anni e mezzo ultimamente soffre di afte ricorrenti ed essendo lui predisposto geneticamente alla celiachia la pediatra gli ha prescritto esami del sangue.

Di seguito indico i risultati:
WBC 4, 34 (5, 0-15, 5) *
RBC 5, 06 (3, 9-5, 3)
HGB 12, 4 (11, 5-13, 5)
HCT 38, 2 (34, 0-40, 0)
MCV 75, 5 (75, 0-87, 0)
MCH 24, 5 (24, 0-31, 0)
MCHC 32, 5 (31, 0-37, 0)
CONTEGGIO PIASTRINE 192 (150, 0-450, 0)
RDW - SD 35, 7 (38, 7-45, 1) *
RDW - CV 13, 3 (12, 4-14, 5)
NEUTROFILI 39, 4 % (45, 0-70, 0) *
LINFOCITI 33, 9 % (25, 0-55, 0)
MONOCITI 11, 5 % (5, 3-12, 2)
EOSINOFILI 14, 5 % (1, 0-5, 0) *
BASOFILI 0, 7 % (0, 0-1, 0)
NEUTROFILI 1, 71 (1, 9-7, 5) *
LINFOCITI 1, 47 (1, 4-5, 0)
MONOCITI 0, 50 (0, 08-0, 8)
EOSINOFILI 0, 63 (0, 04-0, 45) *
BASOFILI 0, 03 (0, 0-0, 05)
VES 9 (0, 0-10, 0)
IMMUNOGLOBULINE 131 (0, 0-291, 0)
FERRO EMATICO 31 (50, 0-180, 0) *
TRANSFERRINA (CAPACITA' LEGANTE FERRO) 305 (186, 0-388, 0)
TSH 2, 380 (0, 7-5, 97)
Vitamina D 27, 80 (21 - 29 Sufficiente)
Endomisio anticorpi < 1/10 (<1/10 negativo)
Antitransglutaminasi iga 1, 70 (<10)

Per fortuna il bambino non è celiaco ma ha una carenza di ferro anche se globuli rossi ed emoglobina sono ancora nella norma.

1) Agli esami di marzo 2019 il suo ferro era 114 (mangiava carne frullata perché si rifiutava di masticarla).
Da marzo 2020 la mastica ma ne mangia poca.
Può essere questo il motivo della carenza di ferro?

2) i globuli bianchi sono 4, 3 e i neutrofili 1, 7.
Ha fatto gli esami mentre aveva l'afta in bocca.
Può essere dovuto a questo la diminuzione dei globuli bianchi?
O è dovuto ad altro?

Premetto che il bambino probabilmente è anche allergico a qualche polline perché si gratta sempre il naso gli occhi e starnutisce parecchio e ha prurito in gola ma non abbiamo ancora fatto test allergologici.

Voi dottori come valutate lo stato di salute del bambino?
Devo preoccuparmi o posso stare tranquilla?
Io sono preoccupata anche se la pediatra mi ha detto di stare tranquilla.
La pediatra ha prescritto cura di 1 mese e mezzo con sideral ferro 20 gocce al giorno e in più io gli sto dando fialette di pediargin per 20 giorni.

Il suo peso è fermo sui 18, 3-18, 6 da circa 3 mesi. È normale un arresto della crescita in peso?
È invece cresciuto parecchio in altezza ultimamente.
Ora è 120 cm.

Grazie per le risposte che vorrete fornirmi.

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr.ssa Maria Grazia Bisconte

24% attività
16% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
SARACENA (CS)
VILLAPIANA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
Prenota una visita specialistica
Quesito da sottoporre al pediatra.
Dr.ssa maria grazia bisconte

[#2]  
Dr. Livio Antonazzo

20% attività
20% attualità
4% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2019
Buongiorno,
Il piccolo ha una leggera carenza di ferro, non mi preoccuperei, starei tranquillo e la seguirei: i valori ematici relativi alla funzione del ferro, ovvero il numero e la qualità di globuli rossi, sono normali o poco al disotto dei limiti, conservando la loro efficienza.
Qualche consigli per seguirla: può migliorare l'assunzione di ferro associando vitamina C al pasto contenente carne ed evitando bibite od alimenti grassi come formaggio e latticini nello stesso pasto.
Due precisazioni: non solo la carne contiene ferro, anche lenticchie, kiwi, fragole, albicocche, frutta secca che consiglio sempre di sminuzzare bene in un pestello, per i bambini più piccoli può essere inavvertitamente ingerita intera o aspirata; inoltre alcune bevande possono interferire con l'assunzione di ferro, userei soltanto acqua al pasto, facendo possibilmente un pasto dedicato, con uno di questi alimenti, per esempio una merenda con albicocche e spremuta d'arancia sarebbe una grande abitudine, bevendo se il piccolo ha ancora sete solo acqua.

In merito alla variazione della formula dei leucociti (aumento eosinofili, riduzione isolata e lieve dei neutrofili) bisogna considerare che minime variazioni anche poco al di sotto dei limiti di riferimento sono fisiologiche e accettabili e l'infezione in atto, peraltro, le giustifica ampiamente.
L'incremento del ferro ematico si misura comunque in mesi, quindi prima di due mesi sarebbe prematuro un prelievo, un dolore e uno stress per il piccolo che non va bene
Dott. L. Antonazzo