Utente
Gentile Dottore,
Da due o tre mesi mio figlio di nove anni mi dice ogni tanto (ma per me troppo spesso anche se non tutti i giorni) che la mattina ha mal di pancia.

Quando mi fa vedere la zona mi indica tutta la pancia, basso ventre fino a sotto le costole.

Gli chiedo se é legato alla cacca e mi dice di no.

Una volta in piedi, circa mezz’ora dal risveglio, mi dice che é passato.

Talvolta mi dice che peggiora piegando le gambe.

Ma ogni volta che ha questo disturbo mi dice: é un misto di mal di pancia normale e come quando hai una palla nel ventre, come quando hai preso uno spavento... e hai una palla nella pancia... 
Io non capisco cosa voglia dire.

É seguito da una gastroenterologa perché sta facendo una cura con una polverina da prendere mattina e sere per fluidificare le feci da circa un’ anno perché era un po’ stitico, ma all’ultima visita la pancia era morbida e secondo la dottoressa vuota.

A me ciò che fa paura é questo dolore solo al risveglio e questa sensazione che mi dice di avere una  palla  nella pancia...
Cosa ne pensa?
Grazie di cuore

[#1]  
Dr. Livio Antonazzo

20% attività
8% attualità
4% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2019
Buongiorno,
come ha affrontato il problema della stipsi le sarà anche capitato di parlare di "acetone" nei bambini. Spesso i piccoli bevono poco, questo porta stipsi, che appunto sta curando, ma anche un leggero stato di disidratazione in cui iniziano a produrre corpi chetonici, i quali danno appunto mal di pancia generalizzato. Il quadro clinico che porta al mal di pancia potrebbe essere questo.
Per verificarlo potrebbe fare il bilancio di quanti liquidi assume il suo piccolo durante il giorno, dovrebbero esser poco più di 1,5 litri tra alimenti e bevande (considerando liquidi alimenti come frutta o minestrone o brodetto). Potrebbe esser utile assumere alla sera una piccola quantità di carboidrati complessi insieme alle fibre, ovvero un po' di pasta (meglio ancora se integrale) con verdura oppure pane con verdura, alla sera, in modo da avere un po' di scorta di carboidrati complessi durante la notte, riducendo la probabilità di formare chetoni e bere di più durante il giorno.
Cordiali saluti
Dott. L. Antonazzo

[#2] dopo  
Utente
Grazie di cuore, seguirò alla lettera i suoi consigli.
E grazie mille anche per la sua Rapidità.