Utente
Buon giorno mi chiamo Giorgia sono una ragazza di 23 anni da circa 3 settimane ho una tosse molto forte e catarrosa, anche di notte. Dopo circa una settimana la dottoressa mi ha prescritto Clenil per Areosol 0,8mg/2 ml da fare nel pomeriggio e la sera dopo cena l'oki e così ho fatto. Mi aveva detto che se non passava di richiamarla, visto che oltre a non passarmi non ho notato nessun miglioramento così ho fatto,ma dopo quella volta non mi ha più visita solo consulti telefonici, a questo punto mi ha prescritto Amoxicillina da prendere mattina e sera, che ho preso ieri sera. Questa mattina mi sono svegliata ed oltre alla solita tosse ho forti dolori all collo e alla schiena soprattutto quando tossisco ho dei dolori alla parte desra alta della schiena, immagino proprio dove si trovano i polmoni. Inoltre avevo anche qualche linea di febbre 37 e 2. Ho richiamato la dottoressa che mi ha detto di prendere l'amoxicillina ogni otto ore, prendere l'oki mattina e sera e continuare a fare gli areosol. Se entro lunedi non cambia nulla mi riceve e decide se farmi fare una lastra. La tosse continua ad essere catarrosa ed inoltre mi è venuto anche il raffreddore che mi tappa il naso e le orecchie. Non so a cosa pensare, perchè all'inizio la dottoressa diceva che era una cosa virale, ma adesso pensa possa essere bronchite. Visto che non ho mai sofferto di tosse così persistente ed è la prima volta che mio trovo in questa situazione, mi sto preoccupando. Visto che a una mia vicina di casa è venuta la Broncopolmonite non vorrei mai che potesse venire anche a me. Secondo voi dovrei andare al prnto soccorso a farmi visitare visto che sono 3 settimane ormai che persiste la tosse? potreste dirmi cosa potrei avere? continuo con le prescrizioni che mi ha fatto la dottoressa?

[#1]  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
0% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
posso certamente capire lo stanto di angoscia che un malanno del genere mette nell'animo di chi lo subisce,
pero' la invito a non mantenere la calma, ed aseguire scrupolosamente le indicazioni fornite dalla sua dottoressa di medicina generale che a quanto leggo le ha fornito le indicazioni terapeutiche corrette, con un approccio aerosol e successiva copertura antibiotica.
Continui senza paura e problemi a seguire le sue istruzioni, cerchi di bere molto di mangiare molta frutta, e magari un po di precauzioni supplementari nei prossimi giorni relativamente al modo di vestirsi (ben coperta etc) e se fa lo schampoo si asciughi bene i capelli.
Magari puo' anche aiutarsi con uno sciroppo mucolitico come ad esempio il muciclar il fluimucil o il fluifort.
Vedra' che rapidamente la situazione evolvera' positivamente, ed anche nel caso che non dovesse ancora rimettersi completamente la collega dopo averla visitata potra' certamente improntare una terapia antibiotica un po piu forte tale da velocizzare il processo di guarigione.
Continui con gli aerosol fino a guarigione completa avvenuta.
Stia tranquilla e vedra' che andra' tutto bene.
La saluto e ci tenga aggiornati sulla situazione.

Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore ho aspettato a rispondere per vedere come andava. Matedì finalmente la dottoressa mi ha visitato dopo avermi auscultato mi ha detto che ho una faringo-tracheite e che stava ormai guarendo quindi non mi ha dato altri antibiotici ne antinfimmatori solo il Fluimucil 600 mg che ho preso prima di andare a dormire per 3 o 4 giorni. Ora che siamo a sabato la situazione non è cambiata per niente la tosse persiste anzi ormai è insopportabile arrivo ad avere forti conati di vomito mentre tossisco a causa del catarro. Il raffreddore sembra aumenti ogni giorno e ormai ho il naso conciato malissimo. Sono estremamente esausta, e mi sto deprimendo parecchio. Ormai è più di un mese che sono conciata così e non passa, di notte dormo malissimo,non so più che fare. Lei cosa mi consiglia? Sono tentata di andare al pronto soccorso.

[#3]  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
0% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
La invito a non avvilirsi, purtroppo sono cose che possono capitare e che possono durare anche a lungo, specialmente se ci sono delle situazioni climatico/ ambientali e predisposizione individuale.
Io in ogni caso le consiglierei per agevolare la guarigione di fare ancora una 15-20 giorni di aerosolterapia con il clenil / aerolid o qualsiasi altro cortisonico associato ad un mucolitico come muciclar/fluibron etc etc.
Cerchi di bere molto e di mangiare molta frutta e verdura bevande e pietanze calde e vedra' che gradualmente dovrebbe sentirsi meglio,
ci faccia sapere.
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli