Utente
Buongiorno dottore innanzitutto vi ringrazio per l'accettazione in questo gruppo...
Vi scrivo perché non riesco a capire...
Sono un soggetto allergico all LTP... Da 10 anni (sono una ragazza di 28 anni), e in più da un paio di anni mi hanno riscontrato l'asma... Non ne soffro spesso nel primo anno non sapevo nemmeno cosa mi stesse capitando... Avevo senso di soffocamento... Tosse secca e respiro sibillante soprattutto la notte e mi segnarono come cura kestine 10mg e foster 200...ik kestine lo prendo quasi tutte le sere il foster l ho usato poche volte... Ora nell'ultimo periodo non riesco a capire... Sono 10 giorni che mi sveglio la notte per la gola secca ho bisogno di bere e sento del muco in gola... E il mio sonno è disturbato da ormai 10 giorni perché come provo ad addormentataentarmi ecco che mi capita di sentirmi male per il respiro che mi manca... Anche dato dall ansia del momento... Ho usato il foster per 3 giorni consecutivi ma il bruciore alla gola lo tengo comunque e la sera mi capita lo stesso... Ho pensato di fare per 4 giorni l aerosol... Perché non so più che pensare... E la notte ormai è diventato un incubo... Il controllo dovevo effettuarlo ad aprile ma visito il problema che ci circonda e dovendomi spostare per 4 ore di macchina... Cerco di risolvere la cosa da sola... Potreste aiutarmi?

Soprattutto a capire... Se continuare con il foster... O cosa fare?
Grazie in anticipo di cuore

[#1]  
Dr. Raimondo Gullo

20% attività
16% attualità
0% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2019
Salve direi che la secchezza della bocca sia dovuta anche all' assunzione dello spry antiinfiammatorio e broncodilatatore che utilizza per l' asma per cui sarebbe utile non sospendere tale farmaco che risulta indispensabile per il controllo della malattia asmatica bensi praticare sciacqui mattina e sera dopo l' uso del suddetto farmaco, con acqua e bicarbonato di sodio al.fine di mantenere idratata la mucosa orale; il bruciore alla gola invece potrebbe essere dovuto ad una esofagite da reflusso per cui sarebbe utile associare anche un inibitore di pompa protonica con alginato di sodio in sospensione orale al bisogno dopo esersi sottoposto ad una esofagogastroduodenoscopia a digiuno, un esame endoscopico un poco fastidioso ma utile per visualizzare l' esofagite. Cordiali saluti
Dr. raimondo gullo

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore....
Continuerò con la cura e sicuramente effettuerò gli sciacqui, per quanto riguarda l'esofagite da reflusso.... Proverò con l'alimentazione... Perché mi fa un po' paura l'esame e se non dovesse passare effettuerò ciò che mi ha consigliato... In tutti i casi grazie di cuore mi ha sollevato e aperto gli occhi... Grazie