Utente
Ho smesso di prendere lamictal e zoloft da una decina di giorni, ovviamente in maniera graduale. Da 5 giorni circa ho fortissimi capogiri e vertigini e da un paio di giorni nausea. La sospensione dei farmaci può essere la causa? Vorrei aggiungere che ho iniziato a prendere questi farmaci per una depressione che si è risolta da più di 6 mesi e ho smesso di prenderli per avere un bambino. Fra una settimana potrò fare il test di gravidanda perchè ora è troppo presto e, nel frattempo, non vorrei confondere i sintomi della sospensione con i sintomi di un'eventuale gravidanza. Tra l'altro ammesso che io sia incinta mi pare un po' presto per avere "sintomi" e penso sia più probabile che il mio malessere sia dovuto alla sospensione dai farmaci. Per i vostri autorevoli chiarimenti grazie!

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2012
Gentile utente,
è molto probabile che i sintomi che avverte siano legati alla sospensione, seppur graduale, della cura. Più in particolare, è generalmente la sospensione degli antidepressivi serotoninergici che può creare, per alcuni giorni, problemi di questo genere.

Cordiali saluti
Giuseppe Ruffolo
www.psichiatria-online.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottor ruffolo, la ringrazio per la tempestività con cui mi ha risposto!Carissimi saluti!

[#3]  
Dr.ssa Elena Di Nasso

20% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
gentile paziente come gia detto sembrano sintomi da sospensione, anche se il loro inquadramento dipende dalla sua storia clinica, comunque se permangono, senza, se ci riesce, focalizzarsi troppo, le consiglio di parlarne con il proprio psichiatra.
salui Dott.ssa Elena Di nasso

[#4] dopo  
Utente
Grazie anche a lei, dottoressa, per la risposta immediata. Oggi mi pare che i capogiri e il senso di vertigine si stiano attenuando. Ne parlerò sicuramente col mio medico appena lo vedo. La mia impazienza era dovuta al binomio farmaci-gravidanza, essendo per me la prima non immagino come mi sentirò quando riuscirò a rimanere incinta e quindi non volevo fare confusione data la mia ignoranza medica. Rinnovo i miei ringraziamenti e i miei più cari saluti ai medici e alla redazione.