Utente 409XXX
Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 25 anni
ho sofferto in precedenza di attacchi di panico da me riscontrati attraverso forum, discussioni varie e documentazioni personali, in quanto dopo aver avvertito il primo attacco, corsi subito dal medico di famiglia e prescrivendomi una visita cardiologica, mi dissero che era tutto legato ad un leggero stato ansioso.
Era un periodo particolare della mia vita in quanto venivo da una serie di eventi negativi che turbavano profondamente il mio stato d'animo (concorsi, lavoro, ecc...). Adesso a distanza di 6 mesi dall'ultimo attacco(ne avrò avuti 3 in tutto) devo dire che mi sento bene, ma ogni tanto torna dentro me la preoccupazione di un nuovo attacco, anche se mi persegue in via sporadica e non continua...Lavoro e vivo in una città dove non sono mai stato; ho al mio fianco la mia ragazza con la quale condivido un ottimo rapporto e dei colleghi con i quali trascorro maggior parte del mio tempo. La mia domanda è se sono realmente guarito da ciò, o se in realtà non ho avuto niente di particolare rilevanza...Grazie per la vostra attenzione.

[#1]  
Dr. Vincenzo Menniti

24% attività
4% attualità
12% socialità
SOVERATO (CZ)
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la diagnosi di disturbo di panico non può essere effettuata attraverso letture di forum, articoli, o altre fonti di informazione, in maniera autonoma. L'unica figura competente che può effettuare una diagnosi reale di un qualsiasi disturbo o disagio mentale è il medico psichiatra.
Una volta effettuata la diagnosi, bisognerebbe capire di che tipo di panico si è trattato e solo allora si può discutere di guarigione, persistenza di sintomi sottosoglia o altro.
Quello che può fare è richiedere una consulenza specialistica per capire cosa è successo e se al momento sono presenti dei sintomi per i quali vada intrapresa una cura o meno.


Cordialità
Dott. Vincenzo Menniti

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

concordo con quanto affermato dal collega Dr. Menniti che mi ha preceduto

Cordiali Saluti
Dr. F.S.Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
le consiglio di effettuare una consulenza psichiatrica al fine di diagnosticare ed eventulamente trattare il disturbo da lei indicato.


Cordialmente.

Stefano Garbolino
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#4]  
25789

Cancellato nel 2012
Gentile utente,
concordo con i pareri dei colleghi che mi hanno preceduto.

Dr. Giuseppe Ruffolo
www.psichiatria-online.it

[#5] dopo  
Utente 409XXX

Cari dottori,
grazie per le vostre risposte; ma la mia domanda era concetrata sul fatto se avessi o meno questo tipo di disturbo: da premettere che il mio medico di famiglia con il quale ho interagito i primi tempi su questo caso, mi definisce come un ragazzo autoemotivo e quindi su base ansiosa.
Conduco una vita abbastanza normale, volevo soltanto rassenerarmi sul fatto che sia stato un periodo negativo della mia vita, perchè avendo avuto un consulto da uno psicologo al consulturio della mia città mi ha riferito di stare tranquillo in quanto si è trattato di un periodo buoio: una nevrosi d'ansia con spunti ossesivi. Tuttavia, anche se mi rendo conto dell'assurdità dei miei contenuti "attacchi di panico", non riesco ad arrestare il fenomeno o meglio ad evitare di pensarci del tutto. Cosa posso fare per evitare che dimentichi del tutto la mia tendenza a fare delle inutilissime supposizioni?

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

gia' le e' stata indicata la valida strada della consultazione psichiatrica.
Nessuno qui puo' escludere che lei abbia o meno un disturbo.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139