Utente
gentili dottori. Mi sento disperata. Da molti anni, di sera, prendo un tavor da 1 sublinguale per problemi di ansia e panico. So che forse non serve a niente ma non riesco a farne a meno. vado all'accaduto. Sono in fase di premenopausa con sbalzi di pressione, tachicardia, insonnia. Ieri sera avevo finito il tavor: ho passato una notte d'inferno, senza dormire,nausea, mal di testa e già nella giornata avevo avuto extrasistoli per quasi tutta la giornata. Stamattina mi sono alzata a pezzi, ho fatto colazione e sono andata in farmacia. Strada facendo mi sono sentita male, un senso di mancamento. In farmacia mi hanno misurato la pressione, 120/60 e 123 le pulsazioni. Sono stata lì circa un'ora, ho preso il tavor, quando mi sono sentita meglio sono rientrata. Dopo poco altre due volte. la farmacista mi ha detto che poteva essere una crisi d'ansia e che sarebbe il caso di rivolgermi al medico per rivalutare la terapia. Ora mi sento a pezzi, ho avuto altre due crisi, con gambe paralizzate, eruttazioni e vertigini. Cosa devo fare? ho paura. La menopausa c'entra col ripresentarsi dell'ansia e del panico? Una frequenza cosi alta può comportare problemi seri, anche la morte?

Scusate, ma sono distrutta, vi prego di una risposta veloce perchè brutte idee mi passano per la mente. Ma io voglio vivere,
Grazie e scusatemi. Sono una donna e ho 47 anni

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

l'utilizzo di solo tavor nel lungo termine non e' risolutivo per eventuali sintomi ansiosi presenti che vanno trattati in modo adeguato ed efficace.

Lo specialista di riferimento e' lo psichiatra.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Il consiglio della farmacista e' corretto. Bisogna rivolgersi ad uno specialista per la valutazione d ella situazione e l'impostazione di una eventuale terapia.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#3] dopo  
Utente
grazie per le risposte, celeri e puntuali. Volevo sapere se l'inizio della menopausa accentua tutti i disturbi riferiti.
Grazie

[#4] dopo  
Utente
gentili dottori, ho contattato uno psichiatra che dovrebbe vedermi domani. nel frattempo la situazione è peggiorata. sabato notte sono stata in guardia medica con tachicardia, eruttazioni e senso di svenimento. mi hanno dato 10 gocce di diazepam e poi sono tornata a casa. alle 4 del mattino mi è preso di nuovo, alle otto mi sono recata in ospedale perchè avevo continue extrasistoli dalla notte, mi hanno fatto un ecg che è risultato normale, con la presenza di 4-5 extrasistoli. Poichè il giorno prima, il mio medico curante mi ha aggiunto la paroxetina in gocce, ho pensato che forse quella mi aveva scatenato questa sintomatologia. In pratica il cardiologo che mi ha controllata in ospedale mi ha detto che devo andare dallo psichiatra e quindidi non assumere paroxetina o altro, fino a che non lo stabilisce lo psichiatra; che le eruttazioni, pur persistendo un reflusso esofageo, sono quasi certamente di natura ansiosa e che solo per mi tranquillit, posso applicare un holter delle 24 ore. Stanotte mi sono sentita meglio ma il proble è che non mangio perchè ho paura di scatenare tachicardi e eruttazioni. Prendo solo sedivitax tisana da 2 giorni ma senza mangiare. Mi sento debole perchè ho anche il ciclo e una brutta tracheite.Vi prego di rispondermi, sono davvero disperata
Grazie