Utente
Gentili Dott., ho 21 anni e quando devo svolgere qualsiasi cosa in pubblico (da poche a tante persone) anche cose apparentemente banali, ma in modo particolare dare esami all'università, subentrano degli attacchi di panico (tremori, tic nervosi, respiro affannato, difficoltà a parlare, rigidità muscolare, tachicardia) e, mettendomi ciò in serie difficoltà, prendevo all'occorrenza mezza compressa di Rivotril prima di espormi alla situazione, eliminando i sintomi. Sono andato dal medico di famiglia che mi ha prescritto Alprazolam per 20 giorni 1 cpr. alle 8:00 e 1 cpr. alle 16:00, e alla fine dei 20 giorni dovrò ritornarci. A quanto ho capito le benzodiazepine risolvono il problema solo temporaneamente e ho paura che la cosa non si risolva definitivamente (leggevo della psicoterapia cognitivo-comportamentale). Cosa ne pensate a riguardo? Vorrei un parere. Ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

l'utilizzo di benzodiazepine per un tempo limitato può avere indicazione, nel momento in cui viene fatta una diagnosi specifica per trattare un disturbo.

A mio avviso, sarebbe utile farsi visitare da uno specialista in psichiatria.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139