Utente
Salve ho 24 anni ed è da un mese che ho questa fobia di essere gay.
Fin da quando ero piccolo i gay mi hanno sempre creato un senso di ribrezzo e ho sempre pensato alle ragazze anche nelle mie fantasie sessuali e mai ad un uomo, xro 3 anni fa sono venuto a conoscenza del fatto che mio fratello minore è gay certo e dichiarato ma al momento niente si sono stato un po scosso ma niente di che , però dopo un periodo di mancata e poca prestazione sessuale con la mia ragazza quasi ridendo ho detto"non è che sono gay?"e da li è iniziato il mo calvario premettendo che è da 4anni che ho questa ragazza ma facciamo solo petting lei è ancora vergine è vuole che la sua prima volta si faccia nel suo letto di casa! un paio di volte abbiamo provato ma per colpa dell'ansia e del preservativo a cui io nn sono abbituato ho fatto cilecca! ma in quei momenti il fatto del gay nn mi è venuto in mente,le mie esperienze passate nn sono delle miglio ha 15 anni mi sono fatto fare la prima sega da una ragazza o meglio una nave scuola con cui molti miei amici sono andati ma era brutta e in piu mi parlava chiedendomi come si chiamava mia nonna ecc.. un po imbarazante è infatti nn mi è piaciuta! poi ho baciato delle ragazze ma niente di piu spinto x mia sfortuna, poi al 4°anno superiori ho avuto una ragazza che per motivi famigliari nn poteva uscire gli ho fatto le corna (con una ragazza)e giorni dopo durante una gita scolastica siamo riusciti a fare sesso e anche li ho avuto un po di difficolta essendo la prima volta e con i miei amici bastardi che mi chiamvano sul telefono della camara,tempo dopo è saltato fuori questo mio tradimento, ci siamo lasciati ma ho comunque pensato sempre a ragazze e mai a ragazzi! poi la stessa estate ho avuto l'occasione di andare con una ragazza (nel mentre ci provavo sempre con le ragazze ma con scarsi risultati) ma a mio dispiacere era una ragazza dai facili costumi e avendo un po di ribrezzo mi sono fatto fare un pompino che mi è piaciuto abbastanza!! finete le vacanze ho salutato questa ragazza e nn l'ho mai piu sentita, poi da buon singol sono andato ancora in cerca di altre ragazze con scarsi risultati fino ha che sono risucito a fare sesso con una ragazza ma la mia prestazione è stata come dire! FULMINEA! e non mi ha piu voltuo e visto la mia figura l'ho anche capita, un anno dopo è arrivata la ragazza con cui sono assieme da 4 anni pensare la vita senza di lei è impensabile anche se come ho detto prima facciamo solo petting e non sesso! questa è la mia vita sessuale il dubbio mi era venuto ad inizio mese dopo un periodo mi forte stress (attaccato a giocare al pc 12 ore al giono) ma poi nel giro di una settimana mi era passato! dopo un'altra settimana dopo aver subito altri stress come la morte di un parente mi è tornato in mente questo pensiero piu forte di prima ed a ogni ragazzo che vedevo mi veniva un blocco allo stomaco e nella mia testa mi veniva in mente "che bel ragazzo, ah se lo reputi bello vuoldire che sei gay", oggi sembrava mi fosse passata ma in una discusione famigliare mi sono trovato a difendere un ragazzo in ambito lavorativo e mi è venuta una vampata di calore e la "voce si è fatta risentire" venerdi ero andato da una psicologa e mi aveva detto che erano solo mie idee stupide per il fatto di mio fratello e per la scarsa prestazione avuta in questo periode dicendo che secondo lei ero assolutamente etero e che non avevo piu problemi e che nn ci sarebbe voluto nessun'altro incontro ma il sabato mattina l'ho richiamata fissando un appuntamento per venerdi prox, ma nn riesco a stare sulle spine cosi allungo e vorrei un vostro parere ps i miei sanno tutto e gia la prima volta mi hanno detto le stesse cose della dottoressa ma allora x ke oggi ho avuto quella vampata di calore???.AIUTATEMI VI PREGO è 10 GIORNI CHE CONTINUO A SUDARE FREDDO è HO PAURA AD USCIRE DI CASA mi scuso per anticipatamente ma sono dislessico disgrafico e disortografico!

[#1]  
Dr. Piergiorgio Biondani

28% attività
20% attualità
12% socialità
BUSSOLENGO (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2020
Gentile utente,
vedo dalla sua lettera che è già in contatto con una specialista del settore Psi.Penso che sia stata una iniziativa positiva,tuttavia una sola seduta di solito non è sufficiente per inquadrare situazioni sfumate e complesse,quale pare essere la sua.Le difficoltà sessuali cui lei accenna non sono di per sè indicative di una tendenza omosessuale.Potrebbero essere anche sostenute da situazioni di ansia,o di conflitto interiore che nulla hanno a che vedere con l'orientamento sessuale.
La consiglierei pertanto di proseguire con una approfondita valutazione del suo asset psichico con l'aiuto della specialista cui sta ricorrendo ora,o,al limite,se non sicuro della validità del vostro rapporto,di uno Psichioatra di sua fiducia.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani
Dr. piergiorgio biondani

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio ma prima ho omesso per un fattore di spazio che se mi immagino al mio matrimonio in fondo alla navata vedo un lui e nn una lei e se immagino un ippotetico futuro mi immagino di entrare in casa e dire "sono a casa tesoro" e arriva sempre un lui, e quando bacio la mia ragazza il suo viso cambia in un viso maschile e mentre la spoglio fin chè nn è nuda faccio fatica a immaginare il seno femminile nonostatante abbia una bella 3 coppa C se nn sbaglio e mentre vado verso i suoi pantaloni ultimamente mi viene da pensare di toccare un pene e non una vagina!! in parole povere sono Gay o no?
ps prendo 3 flaconi di bioarginina (su prescirzione medica) al di e 50 gocce alla mattina e 50 gocce alla sera di Gemmo derivato tiglio e una fiala di Tricum + oligoelementi al giorno!
ma sembra che nn mi facciano alcun effetto

[#3]  
Dr. Piergiorgio Biondani

28% attività
20% attualità
12% socialità
BUSSOLENGO (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2020
Gentile utente,
nonostante gli ulteriori particolari da lei riferiti debbo confermarle che non è possibile fornire una diagnosi a distanza.Nulla infatti può sostituire una visita ed un colloquio approfondito,tanto più in una situazione come la sua che,da quanto lei riferisce,appare complessa e non chiaramente univoca nei sintomi.La consiglierei quindi di proseguire nell'attuale cammino di approfondimento.o,se non totalmente soddisfatto della relazione terapeutica instaurata,valutare l'opportunità di rivolgersi ad un'altra figura professionale.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani
Dr. piergiorgio biondani