Utente
Salve. Ho 43 anni, assodato che sono un soggetto ansioso "già in cura tanto tempo fa per attacchi di panico e ancora adesso per disturbi di ansia", sono molto emotivo e attraverso la psicoterapia ho individuato quali sono i problemi che scatenano i miei malesseri ma ancora mancano dei piccoli tasselli per avere il quadro completo della situazione. Veniamo al punto: Perche nonostante sono cosciente di quali sono le cause che scatenano l'ansia e quindi nei momenti che avvengono "normalmente sciocchezze di poco conto" non riesco a trattenere i disaggi causati dall'ansia; perche quando faccio attività fisica "corsa" al momento che vado sotto sforzo si innesca il fattore ansioso quasi da ricondurmi al panico, l'attività fisica non dovrebbe aiutare a scaricare le tensioni? Al momento prendo una pastiglia di fluoxitina la mattina e mezza compressa di xanax da o,25 la sera, ho smesso il 30 giugno di prendere o,25 di solian la mattina. Inoltre, perchè indipendentemente da quanti farmaci prendo, cioè sia prima quando la cura era piu sostanziosa che adesso ho alcuni giorni di benessere e poi qualche giorno 1 o 2 di completo disaggio tipo: tremori, stanchezza, bruciori di stomaco, rigidità del collo, leggero annebiamento della vista con conseguente sensazioni di giramenti di testa. Premetto che non sono invalidanti, continuo la mia attività lavorativa, sono solo fastidiosi. In ultimo, i miei problemi sono: variazioni anche minime di quello che e lo schema che io mi imposto nel tempo, percepisco il disaggio anche se lo ritengo immotivato. Esistono farmaci contro la somatizzazione, visto che io somatizzo e scarico tutto nel corpo? grazie per l aiuto che vorrete darmi

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
il fatto che lei prenda xanx e fluoxetin mi induce a pensare che lei sia seguito da uno specialista. I suoi dubbi dovrebbero essere chiariti con quest'ultimo. Esitono comunque numerosi farmaci che possono essere utili a gestire fenomeni di somatizzazioni. In verità la fluoxetina non è molto usata in questo tipo di situazioni pur essendo un antidepressivo molto efficace. Chiarisca questi problemi con il suo specialista di fiducia.
cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente
gentilissimo dr VASSILIS, grazie

[#3] dopo  
Utente
gradirei conoscere quali sono le caratteristiche del CIMBALTA e se sostituendolo alla fluoxetina aiuta a combattere i fenomeni di somatizzazione. Inoltre, la fluoxetina mi ha aiutato senza farmi avvertire alcun disturbo relativo agli effetti collaterali e/o indesiderati. Il cimbalta fa altrettanto essendo un ritrovato più recente? Premetto che non sto agendo di mia iniziativa, è stato il mio psichiatra a prescriverlo ma, essendo lui in ferie, non ho potuto chiedere informazioni. grazie