Utente
Gent.mi medici,

da quasi 8 mesi prendo quotidianamente 10mg di escitalopram per ristabilire, a detta del mio medico, un equilibrio serotoninergico che al momento mi porta ad avere una fibrosi mialgica.

i sintomi sono una una forte colite spastica, un blocco intestinale, tremori ecc ecc..

Io dopo tanto tempo credo che il mio problema sia soprattutto legato all'ansia, ma evidentemente ne soffro dall'infanzia percui probabilmente uno stravolgimento ormonale c'è.

Pensavo di cambiare farmaco e provare la vanlafaxina, 75mg al dì a rilascio modificato. Ho letto dhe il farmaco è più efficace per sintomatologie fisiche e potrebbe darmi giovamento.

Del resto con cipralex non ho trovato grandi giovamenti.. (cmq faccio una vita normale... lavoro, sono indipendente ecc ecc)

Che ne pensate? nel caso come potrei scalare cipralex per introdurre faxine?

Ringrazio per il servizio offerto e porgo molti cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

le variazioni farmacologiche vanno fatte dal medico e non dal paziente.
Ad ogni modo il Faxine non e' piu' in commercio sotto questo nome.

Per la variazione deve parlare con il suo psichiatra
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ruggiero,

grazie per le sue puntuali ed utilissime informazioni.

Purtroppo ad essere onesti, evidentemente imprecise....

mentre scrivo ho d'avanti una scatola di Faxine 75mg appena acquistata in farmacia sotto prescrizione del mio medico curante, col quale ho parlato ieri della possibilità di sostituzione farmaco.

Non avendo approfondito col mio medico le modalità di rimpiazzo del farmaco mi ero permesso di domandarlo a Lei.

A questo punto comunque penso sia assolutamente meglio rivolgermi nuovamente al mio medico.

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Mi dispiace,

il Faxine che ha tra le mani puo' essere una rimanenza di magazzino, in quanto da circa un anno la Whyeth, la stessa azienda che produce Efexor, ha deciso di non creare confusione e di eliminare il comarketing del Faxine.
Non sono infomato se hanno venduto il marchio ad altra azienda ma non mi risulta.
Puo' anche essere che lo producano ancora ed hanno deciso di non pubblicizzarlo piu' ai medici.
Le informazioni che hanno dato a me sono di cancellazione del farmaco.

Ad ogni modo, se il suo medico ha stabilito di introdurre la nuova molecola, non capisco perche' non le ha dato la modalita' di sostituzione.

Credo pero' dalla prescrizione che lei si sia rivolto al suo medico di famiglia e non ad uno psichiatra.
Infatti, la sostituzione di "Faxine" con un altro farmaco utilizza solo la stessa via recettoriale, mentre se il suo problema permane, sarebbe stato opportuno innanzitutto un aumento dell'escitalopram e dopo un certo tempo una variazione che avrebbe dovuto prevedere un dosaggio che utilizzasse anche altre vie recettoriali, infatti e' noto che il "Faxine" ha una azione SNRI, ma non a 75mg in cui prevale l'azione serotoninergica.

Quale e' il senso di passare da un serotoninergico ad un altro senza aver considerato aumenti posologici o altre possibilita'.

Credo che rivolgersi ad uno psichiatra sia la cosa migliore.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72