Utente
Sig.ri Medici,buongiorno.

Il mio problema sono improvvisi scatti d'ira,sensazione di forte intolleranza per le persone che mi circondano,soprattutto quando il mio "spazio vitale" viene violato.Questi scatti sono alternati da momenti di forte apatia.Questa situazione soprattutto mette a rischio il rapporto con la mia compagna.
Io la percepisco come una forte aggressività repressa,causata da un forte stress.Si consideri che lavoro come tecnico informatico,il quale mi mette tutti i giorni in contatto con persone che scaricano su di me la loro rabbia,e che da un anno e 3 mesi sono diventato padre.Questo vuol dire che mi sono ritrovato di colpo a dover prendermi la responsabilità di 3 persone e una casa da mantenere.

Il mio medico mi ha consigliato di prendere 2 Xanax mattino e sera e 3 Maveral al giorno da 50 per la prima settimana,per poi passare a quello da 100.Il problema è che a distanza di una settimana le cose non mi sembrano cambiare,sono sempre stressato e sul filo del rasoio.Inoltre,credo che questi farmaci mi causino forte sonnolenza.
Devo continuare la terapia?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

la risposta al trattamento con Maveral richiede un tempo minimo di tre/quattro settimane di dosaggio pieno.
Sarebbe pero' piu' giusto che si rivolga ad uno psichiatra, in quanto e' sempre importante fare una diagnosi specifica per introdurre il trattamento piu' adatto alla sua situazione piuttosto che un trattamento che potrebbe in qualche modo essere stato dato su ipotesi diagnostiche non completamente valide e non supportate da validi elementi di conoscenza delle alterazioni psichiche.


https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente

a distanza di una settimana le cose non devono cambiare, sarebbe un'anomalia nel tipo di funzionamento del maveral. Pertanto questo non è un dato strano. Tenga presente che le terapie vanno prescritte su una diagnosi, che anche il medico di famiglia se crede può fare ma deve essere fatta. Apatia e aggressività sono sintomi, ma fare una diagnosi permette di prevedere l'andamento della malattia e le reazioni alle terapie.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#3]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
concordo con i colleghi nell'affermare la necessità di una diagnosi fatta da uno specialista e di una terapia fatta da uno specialista. senza nulla togliere al suo medico di base, lo specialista può gestire oltre che l'appropriatezza della terapia in base alla diagnosi, anche eventuali eventi avversi. In effetti il dosaggio che lei assume di maveral può rivelarsi sedativo, oltre allo xanax (di cui lei non specifica il dosaggio) che già presenta questo effetto.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it