Utente
Salve dottori è da tempo che soffro di ansia e panico con lieve depressione,attacchi di panico invalidanti tanto da non poter più fare niente.dopo un trauma forte sono iniziati i miei pensieri negativi, impulsi di buttarmi giù dal palazzo, pensieri di fare del male alla mia famiglia, paura di impazzire e angoscia forte. In tutto questo facevo uso di alcool quotidianamente per calmare ansia e per affrontare ostacoli o per uscire di casa con conseguenze di mattina che rimanevo bloccata al letto per forti tremori e attacchi d ansia. In passato ho fatto uso quotidianamente di marijuana, poi alcool.Dopo che mi recai da una neuropsichiatra mi diagnostico un disturbo depressivo ansioso dandomi efexor e lamictal, ma ebbi una reazione allergica ai farmaci. Così mi diede dumirox. Continuai a periodi alternanti con alcol e slot-machine. Mi introdusse depakin dicendo di un disturbo da dipendenze, ma dopo un po' smisi perché non traevo beneficio. Così recandomi da un altro psichiatra mi diagnostico disturbo ossessivo senza compulsioni. Terapia frontal 9 gocce, mattina e pomeriggio, daparox 20mg mattina e lamictal 50 sera perché il mio psichiatra suppone che è un buon farmaco per me è vuole provare a introdurlo lentamente per non farmi avere un effetto di allergia. Con la terapia mi sto trovando bene, non bevo più, non ne sento nemmeno la necessità, quello che mi è rimasto è la voglia del gioco. Penso sempre a come fare soldi, a volte gioco con la speranza di vincere, ma anche se vinco qualcosa me la rigioco, altre volte come ho qualcosa di soldi mi viene l ansia fin quando non vado a giocare. La mia domanda è dottore. Quale è il mio vero disturbo il primo o l ultimo psichiatra, può essere il doc a farmi andare a giocare o è una dipendenza.? Anche perché ho notato di passare da una dipendenza all'altra. Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Il doc e la dipendenza sono due cose diverse. L'ossessione è di qualcosa da controllare, non da consumare, in questo caso si chiama voglia.
Purtroppo i farmaci per curare le ossessioni possono invece peggiorare l'impulsività, e quindi andrebbe valutato se sia il caso di utilizzarli in caso di presenza anche di dipendenze.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Grazie dott.ma io mi chiedevo se nelle compulsioni si può arrivare a giocare, o sono dipendenze ke nn c'entrano con il disturbo? E poi dott.esistono farmaci per le DIPENDENZE? GRAZIE

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' quello che dicevo prima. Si chiamano compulsioni per un inglesismo, ma il significato del termine significa semplicemente "comportamenti irrefrenabili", il che è comune sia al disturbo ossessivo che a quelli impulsivi. Quindi, al di là dei termini che possono creare confusione, giocare è qualcosa che si fa vivendolo come qualcosa di gratificante, da consumare, neanche utile, ma desiderabile. Le ossessioni invece spingono a far cose per evitare di agitarsi, di avere pensieri sgradevoli, paure etc.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi dottore. Ma non l ho capita,diciamo possono essere le compulsioni a farmi giocare o è dipendenza? Ho notato che quando non gioco mi sale un ansia forte.e poi dott.esistono medicine per disturbo da dipendenze

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Eh, però se ripete le domande da capo, allora non saprei come spiegarlo. Le ho già risposto a questa identica domanda.

Cosa vuol dire se sono le compulsioni a farla giocare ? Una domanda che non ha senso. Abbiamo detto la differenza tra compulsioni e impulsi, le dipendenze appartengono al secondo tipo di disturbi, ma se vuole usare il termine compulsioni tanto per dire qualcosa che non sa controllare, ok, ma non capisco allora cosa vuol dire "sono le compulsioni che mi fanno giocare". Sta dicendo che il gioco è più forte di Lei...eh, altrimenti di che stiamo parlando ?

Sì, ci sono terapie per le dipendenze.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"