Utente 483XXX
Gentili dottori, sembra che da quando abbia aumentato la dose di Paroxetina (in compresse) la fase depressiva sia ormai passata del tutto, ma..
Nonostante ciò, l'apatia persiste.
Può questa essere solamente un sintomo o un disturbo? Per dirvi che ho sempre la bocca serrata e la lingua attaccata al palato anche mentre dormo, e ciò mi causa tanto stress nella zona localizzata, ossia: zona mascellare.
Inoltre a volte mi sembra di non riconoscere più la mia personalità, e per mezzo di questo stato emotivo faccio fatica a provare emozioni, anche provando a svolgere le mie normali attività quotidiane che un tempo mi procuravano serenità queste ad oggi sembrano non trasmettermi più niente.
Purtroppo la mia prima seduta con uno specialista è stata rimandata, in quando messo in malattia per una settimana.
Inoltre volevo aggiungere un'ultima cosa: la sera, prima di andare a dormire, mi capita spesso (questo da sempre) di spegnere di continuo la luce della mia stanza, e se non lo faccio correttamente temo possa succedermi qualcosa di brutto.
Mi spiego meglio: non so se esso possa trattarsi di un DOC, ma la notte o sempre mi capita spesso di spegnere o accendere la luce di continuo e se non lo faccio correttamente nella mia mente penso che possa succedermi qualcosa di brutto.
Stessa cosa quando cammino anche per strada o in casa, cerco di camminare rispettivamente nei quadri senza toccare le strisce. Non so se siano dei rituali, non so come possa chiamarli, perché mi sono informato molto a riguardo del DOC e questa cosa mi ha colpito molto perché ne soffro da una vita ma non ho mai pensato potesse trattarsi di un disturbo.
Vorrei una vostra conferma o un parere a riguardo, vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Lei fa tutte queste domande per cercare quale tipo di risposte?

Ha decine di consulti tutti dello stesso tipo.

La diagnosi deve comunicarla il prescrittore che se non la soddisfa può cambiare.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it