Utente
Buona Notte a tutti.
Sono un militare di circa 30 anni e ho un grosso problema, alcuni mesi fa ho avuto un piccolo problema con dele sostanze stupefacenti (nulla di che mi sono fumato qualche canna, non che abbia fatto bene... ma...).
I miei supeiori ne sono venuti a conoscenza e mi hanno in primis sospeso dal servizio, e poi mndato presso l'ospedale militare della mia citta per effettuare degli accertamenti medico sanitari compese analisi specifiche e consulti sia psicologici che psichiatrici.
Quando sono stato "socperto" sapevo che andavo in contro a un procedimento disciplinare pesante ma ho continuato a vivere in modo normale dicendomi "passerà... è solo questione di tempo..." circa una settimana fa mi hanno comunicato che a brese si terra il procedimento disciplinare e da quel momento non mi riconosco più: ho inisiato ad avee attacchi di panico, crisi isteriche seguite da pianti e tremori, ansie, insonnia tachicardia.
Per cercare di calmarmi ho iniziato a prendere lo Xanax in gocce con una cadenza di 20 gocce al risveglio 15 dopo pranzo e 20 prima di coricarmi. L'unico problema è che sembra che nn mi basti infatti (lo so che sbaglio... non mi servono paternali) la sera quando esco con gli amici che non sanno dei miei problemi comincio a bere tutto quello che mi capita sotto mano dalla birra al brandy alla vodka con un risultato facilmente immaginabile... mi dimentico dei miei problemi ma mi dimentico anche di avere una famiglia che a casa mia aspetta. Dottori di questo forum ho veramente bisogno di un consiglio!!!
Non riesco piu a trovare una sabilità e dulcis in fundu non posso andare presso una struttura pubblica (per ovvie ragioni) ne una militare (per altrettante ovvie ragioni) nè pesso un privato (visto che sarei subito scoperto dalla mia compagna poichè non riuscirei a giustificare certe uscite monetarie).
P.S. presso il centro militare di psichiatria mi hanno diagnosticato "Depressione da uso di sostanze stupefacenti" dopo solo due spinelli!!!!
Non hanno capito una sega, io sono depresso per la situazione...
Ogn consiglio è ben acceto.
Cordiali saluti e grazie della vostra disponibilità.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

i suoi comportamenti di "abuso" si perpetrano con l'uso di alcool e benzodiazepine.
Tra l'altro sarebbe da capire chi le ha dato le benzodiazepine.

In ogni caso, il trattamento dei suoi sintomi e l'eventuale introduzione di una terapia deve essere decisa da un medico, pubblico o privato, che potra' riportare la sua condizione alla normalita'.

In ogni caso, i medici sono tenuti al segreto professionale, sia nel pubblico che nel privato, e sono costretti a romperlo solo su richiesta motivata di un giudice per motivi inerenti processi penali.

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è chiara la modalità con cui è stato "scoperto", cioè se da esami o comportamenti. In ogni caso, il comportamento seguente è paradossale, e quindi denota certo la necessità di approfondire e di restituirle stabilità artificialmente con una cura, cosa che da solo non sembra riesca a fare. Se in reazione ad una sanzione prevista in ambito militare prosegue ad abusare di sostanze psicoattive, peraltro rintracciabili nelle urine e nel sangue come lo xanax, ma anche l'alcol, questo non credo giovi alla sua condizione presente e futura.
In più, se è in corso un'alterazione dell'umore, le sostanze possono soltanto peggiorarla.
Non vedo reali impedimenti a rivolgersi ad una struttura pubblica o privata tantomeno, né comprendo esattamente cosa significhi "uscite monetarie". In ambito privato, facendo una media di colleghi che conosco io, le uscite si aggirerebbero intorno ai 100-200 euro (al mese o meno spesso).
Prenda provvedimenti per la sua salute, quel che sta facendo con le sostanze è soltanto la conseguenza del suo stato mentale, non necessariamente la causa principale e non assolutamente una possibile via di compenso o di attesa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#3] dopo  
Utente
Qualcuno di voi "del campo" mi può indicare uno specialista nella zona di Imperia, Savona?
Grazie anticipatamente

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Puo' cercare qualche specialista nella nostra sezione di Psichiatria.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A Imperia nel Servizio Pubblico dovrebbe operare la dott.ssa Polini, mia ex-collega di Pisa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"