Utente 502XXX
Salve..ho già scritto in precedenza. Soffro da attacchi di ansia e un po di depressione da almeno sei anni. Negli ultimi periodi.. più o meno dalla scorsa estate, la mia ansia è aumentata..scaturendo in attacchi di panico. Purtroppo non vivo vicino alla mia famiglia e mio marito lavora tutto il giorno. Questo mi ha portato ad avere paura di stare da sola a casa. Il mio medico aumentò la mia cura di entact.. 10 gocce la mattina e 10 la sera. Più il solito dosaggio di ecubalin da 75 mg.
Purtroppo le cose sono peggiorate.. così il medico mi ha abbassato una dose di entact a 5 gocce e mi ha aggiunto una compressa di ecubalin da 25mg. Purtroppo le cose stanno sempre così.. infatti credo che a breve ritornerò dal mio neurologo. La cosa che però mi preme sapere..è.. Non è che forse dovrei proprio cambiare cura? Da premettere che uso entact da 6 anni.. il medico nel corso di questi periodo ha cercato anche di cambiare con altri farmaci..ma senza risultato.
Spero in una vostra risposta..

[#1] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Lo specialista per attacchi di panico e depressione è lo Psichiatra e non il Neurologo.
Questi potrà approfondire la diagnosi e, se necessario, cambiare la cura.
Se usa l'Entact ricordi di eseguire un elettrocardiogramma con controllo dei valori del QTc (a meno che il suo neurologo non abbia già provveduto).
Cari saluti
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Grazie della risposta. Purtroppo non ricordo con precisione se in questi sei anni lo specialista mi abbia mai fatto fare un elettrocardiogramma. Sarei lieta di sapere qual'è la relazione tra questo esame e l'entact. Lei crede che possa essere quest'ultimo ad aumentare l'ansia e la tachicardia?

[#3] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
l'ECG serve a misurare il valore del QTc che talvolta può risultare aumentato e suggerire una riduzione del dosaggio o una sostituzione del farmaco. Si tratta di un'evenienza piuttosto rara ma è meglio controllare.
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#4] dopo  
Utente 502XXX

Grazie della sua celere risposta. Andrò al più presto dal mio specialista