Utente 328XXX
Salve, dopo 24 gg di wellbutrin 150 non ho notato nessun miglioramento sull'umore ma solo forte agitazione e scoppi improvvisi di pianto. Domande:
1. L'ho riferito al mio psichiatra e dice che anche se non si è arrivati al mese se non ho sentito nessun beneficio non va bene.Io non so se aspettare a sperare in qualche effetto o essere costretta a subire nuovamente 20 gg di effetti collaterali di un nuovo farmaco.
2. Inoltre sono 3 mesi che uso il litio (solo per depressione) ma non ho notato nessun beneficio sul mio umore. So che alcuni psichiatri lo usano e altri no. Vorrei sapere una vostra opinione a riguardo. Cioè, anche se apparentemente ora non mi dà nessun beneficio, nel medio e lungo termine è uno strumento in più per evitare le ricadute? 3. Il mio psichiatra (anche altri che ho avuto in passato) dice che la mia depressione è solo su base organica, io anche se saltuariamente, ho sempre voluto affiancare la psicoterapia. Ma negli anni mi sono resa conto che appena toglievo la minima parte del farmaco (facendo psicoterapia), anche se nella mia vita andava tutto bene, iniziavo dopo poco ad avvertire i sintomi di un 'Ritorno'e lo dovevo poco dopo riprendere. Quindi? Visione organica o psicoterapeutico? Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La questione dell'efficacia deve considerare che il dosaggio non è massimo e non ha raggiunto ancora il tempo di risposta che comunque può andare anche oltre il mese, perché il minimo è 4 settimane ma non è un calcolo matematico preciso.

Dopodiché, va chiarito che la depressione è sempre organica e l'affiancamento alla psicoterapia non è motivo di sospensione del farmaco che, comunque, dopo la seconda ricaduta va preso in modo continuativo.

La presenza di mancato compenso può essere anche dovuta alle continue sospensioni delle terapie precedenti.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non mi torna una cosa. Lei dice che non funziona il litio, però se lo sospende torna il disturbo, per cui evidentemente la funzione che deve fare la fa in qualche misura.

Stiamo parlando di cervello, psicoterapia e medicine sono soltanto due strumenti, non cambia mica il loro obiettivo, che è sempre il funzionamento del cervello.
Stimolare il cervello di una persona con parole, esercizi, interazioni, significa produrre comunque un cambiamento biologico, organico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 328XXX

Il litio mi è stato aggiunto da soli 3 mesi da quando ho avuto una ricaduta in seguito a un forte stress (ero in terapia con antidepressivo)

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Ma negli anni mi sono resa conto che appena toglievo la minima parte del farmaco (facendo psicoterapia), anche se nella mia vita andava tutto bene"

Quindi qui a quale farmaco si riferisce, negli anni ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 328XXX

Dottore, io ho avuto una ricaduta a dicembre nonostante fossi in terapia farmacologica (antidepressivo). Il litio mi è stato dato in aggiunta solo ora, da 3 mesi, ossia da quando ho avuto questa ricaduta. Volevo sapere la sua funzione nel medio lungo termine. Grazie

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi la frase che ho riportato prima, a quale farmaco si riferisce. Non al litio, quindi, messo da poco. Non all'antidepressivo perché ha avuto una ricaduta ma lo stava comunque prendendo. Allora a quale ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 328XXX

All'antidepressivo che dovevo dopo manco un mese riprendere

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora non è ricaduto nonostante fosse in terapia, come scriveva prima è ricaduto dopo averlo ridotto. Una delle due, altrimenti on si capisce niente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 328XXX

Io sono 8 anni che prendevo l efexor prima (per anni) a 75 mg rp poi negli ultimi 3 anni a 37,5. Poi ho avuto un forte stress e sono ricaduta (con 37,5)

[#10] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se il meccanismo è questo, si direbbe che ricade quando l'antidepressivo è sottodosato.
Dopo di che cambia l'antidepressivo con il wellbutrin e ancor prima il litio.

Partiamo dal fatto che non ho chiaro perché si cambia antidepressivo se le ricadute avvengono quando era sottodosato. Il litio potrebbe avere sia funzione preventiva delle ricadute, sia durante una fase una funzione terapeutica. Questo in generale.

Può darsi che il medico ritenga che si tratti di una forma ricorrente ma non la leghi alla riduzione dell'antidepressivo, è quello il passaggio che capisco di meno da quello che riferisce.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it