Utente
Salve, ho sospeso l'assunzione di venlafaxina da circa 20 giorni e da subito ho notato delle pulsazioni cardiache nell'orecchio, mi spiego meglio: io ho 24 anni e ho da sempre sofferto di un leggero acufene (soprattutto lo avverto qualche volta di notte prima di addormentarmi, ma niente di che), ora ho da circa 3 settimane sospeso la cura con venlafaxina che continuavo da 4 mesi (prima 75mg, poi da 1 mese e mezzo a questa parte 37.5mg) per ansia sociale e leggera depressione.
Mi succede che quando il cuore va un po' più forte del solito (per ansia o altro) il battito mi "rimbomba" nelle orecchie, ed è parecchio fastidioso.
Vorrei sapere se è un comune effetto da sospensione e se passerà, se sì entro quanto tempo? Non è che mi ha peggiorato irreversibilmente il preesistente acufene e me lo porterò a vita?

Ringrazio infinitamente chiunque risponderà

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La terapia è durata troppo poco ed a dosaggi insufficienti per cui questo sintomo può essere considerato una ricaduta.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la sua risposta, ho una domanda: per ricaduta si riferisce all'ansia che talvolta avverto o al sintomo che ho lamentato? Può essere, secondo lei, anche una psicosomatizzazione dell'ansia?
Volevo specificare che prima di 4 mesi fa (momento in cui ho iniziato la cura con venlafaxina) per 1 anno circa prima ho assunto, in ordine cronologico, altri 2 SSRI: vortioxetina (per 5 mesi) e zooloft per 6 mesi. Cambia qualcosa secondo lei?

Vi porgo nuovamente i miei ringraziamenti.