Utente 405XXX
Buongiorno a tutto lo staff di medicitalia,

Vorrei porre alla vostra attenzione la mia situazione circa il sospetto della sindrome di Asperger:
Sin dalla giovane età ho mania di catalogare e creare schemi o procedure per fare qualsiasi cosa (anche per la routine quotidiana), ho notato di aver iperfocus, collegare informazioni, forti interessi che sono quasi ossessioni (nell'ambito informatico (ovvero programmazione e sviluppo di software)) . Tendo inoltre ad avere un pensiero estremamente critico trovando errori (anche di logica seppur minimi) passando quindi alla luce degli altri come "pazzoide" standoci anche male perché so di essere nel giusto e corretto nei confronti di chiunque.

Mia peculiarità è di essere alquanto goffo nei rapporti sociali, tendo sempre ad arrangiarmi e non chiedere aiuto anche se sono in evidente difficoltà, tendo ad isolarmi, sentire poco le emozioni ed essere troppo severo con me stesso quando non riesco a raggiungere gli obiettivi che mi sono imposto. Quando mi capita di conoscere una ragazza che prova un certo interesse per me li sul momento non ci faccio proprio caso anche se ripensandoci a qualche ora di distanza penso che sono un incapace ed inetto.

La sera per riuscire a dormire tranquillo devo controllare più volte dove ho messo occhiali, guardare che dentro il portafogli ci sia bancomat e patente e che il cellulare sia in carica. Se non faccio questo ogni sera non riesco a dormire e mi parte una vera e propria crisi di panico. So che è una stupidata però mi serve per dormire nel modo più sereno possibile.
In anamnesi psicopatologica posso dire che sono un soggetto piuttosto emotivo, con scarsa motivazione ed interesse per quasi tutte le cose tranne che per l'informatica.

Mi scuso per la prolissità di quanto scritto ma avevo la necessità di parlare con qualcuno di competente.

CORDIALI SALUTI

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'eventuale paziente deve avere la percezione chiara che c'è qualcosa che genera sofferenza e che questo sta limitando le sue capacità e la sua vita quotidiana, appurato ciò si va dal medico per una valutazione diagnostica,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
TERNI (TR)
VITERBO (VT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Salve
sembra che lei stia descrivendo quello che, secondo l'idea comune, dovrebbe essere una persona che soffra di Sindrome di Asperger.
In realtà non basta avere una strutturazione ossessiva e una certa insicurezza nei rapporti sociali per fare quella diagnosi.
Se continua ad avere questo scrupolo consulti uno specialista che si intenda particolarmente di queste forme.
Saluti.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-