Utente 502XXX
Allora sono una ragazza di 19 anni, soffro di binge eating disorder, e di disturbo borderline di personalità...
A volte mi metto a dieta, ma poi di conseguenza mi faccio queste grandi abbuffate...
Non riesco a mantenere una linea dritta con la dieta, attualmente sono seguita al secondo policlinico di napoli con il dottor ignazio senatore, ho fatto anche un ricovero di 10 giorni in psichiatria per monitorare la medicina...
Attualmente prendo litio, fluvoxamina, e abilify e en al bisogno..
Ma a volte mi sento sempre depressa..
In questo momento non ho voglia di vivere, il mio dottore mi dice che la psicoterapia non serve in questi casi, e poi dice che non serve nemmeno una nutrizionista...
E cosi la pensano anche i miei genitori...
Io continuo ad abbuffarmi vorrei una nutrizionista ecc.....
Come devo fare

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non vedo in verità il nesso: se ha problemi di abbuffate, che c'entra il nutrizionismo ? Stiamo parlando di discontrollo degli impulsi, e di una base diagnostica in cui comunque c'è una tendenza all'impulsività. In più, se si mette a dieta sapendo che ne segue poi il binge, anche sul piano cognitivo forse c'è qualcosa da migliorare. Su questo non è detto che la psicoterapia non serva. La cura di per sé può essere adeguata, resta da capire se è appena iniziata o no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Dottore io vorrei andare da una nutrizionista... Perché sono un po' grassa però il dottore mi dice che non c'é bisogno... Perché posso averr mille schemi di diete, ma se poi mi abbuffo non vale a nulla, e in piú il mio bravissimo dottore mi ha detto che la psicoterapia é stare con gli altri, dato che io sono una persona che si isola spesso, lui ha detto che già questa é una psicoterapia... Perché se io andassi in psicoterapia sarebbero sempre problemi su problemi quindi un circolo vizioso. Quindi io devo liberarmi dai problemi e devo stare con i giovani... Ma é come se non avessi la forza di reagire.. Voglio isolarmi ecc

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In tutto questo ragionamento, non capisco perché quindi vorrebbe andare da un nutrizionista. Al di là del fatto che non è "io vorrei", ma è una indicazione in termini medici, se chi la segue non reputa sensata questa idea, non mi pare strano. D'altronde, Lei stessa poi descrive i fatti come per dire che non le servirebbe a nulla, quindi non si capisce che significhi.
Ha una bulimia, e quella deve curare, naturalmente insieme al resto, per cui non è detto che sia la priorità o che si possano curare tutti gli aspetti del disturbo borderline insieme fin da subito.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it