Utente 427XXX
Buonasera, mi rendo conto dell’impossibilita’ di fare diagnosi online, ma ho bisogno di un vostro parere.
Ho 24 anni, studio medicina e sono una ragazza che ha sempre sofferto di ansia, fisse e paranoie (che devo provvedere, ne sono consapevole, a imparare a controllare).
Vi scrivo pero’ per capire un po’ meglio la mia sintomatologia: Ho come avuto un esaurimento nervoso in questo ultimo periodo.
Il 4 novembre ho fatto un’ecografia al seno e mi hanno trovato due fibroadenomi.
Ho avuto paura, nonostante sappia di cosa stiamo parlando e quando mi hanno detto che tra 4 mesi dovro’ ricontrollarli ho pensato al peggio.
Ansia alimentata ulteriormente dall’attesa della successiva ecografia alla tiroide, eseguita pochi giorni dopo (anche se poi tutto e’ nella norma).
Mi sono comparse cosi (da quell’episodio, che io ricordi) delle piccole punture a spillo nelle mani e andai su internet a cercare cosa potesse essere: Sclerosi Multipla.
Sono cominciati giorni di fuoco in cui non riuscivo a pensare ad altro, piangevo disperatamente, ho anche pensato di mollare medicina.
Poi ho deciso di fare una visita neurologica la scorsa settimana, specificando che studio sempre tutta rannicchiata sul divano e che avevo letto che molti ipocondriaci venivano scambiati per ansiosi e poi in realta’ avevano la SM.
Il dottore mi ha ascoltata attentamente e mi ha visitata: tutto nella norma.
Mi ha detto che soffro emotivamente e che sono molto stressata e che devo smetterla assolutamente di cercare su internet. Cosi gli ho chiesto se fosse il caso di fare una risonanza e mi ha risposto con serenita’ di no, ma comunque di cercare un sostegno per stare meglio.
Ovviamente mi sono tranquillizzata solo per poche ore, il giorno dopo ero gia’ attenta ad osservare i miei sintomi e vedevo che a volte sentivo la pelle del palmo delle mani e degli avambracci in tensione, ora invece degli spilli se scrivo al telefono mi tremano un pochino i pollici, come se avessi le mani e le braccia un po’ fiacche, anche se riesco tranquillamente a fare le cose.
In queste ultime sere (esluso ieri sera), anche se so bene che senza indicazioni mediche bisogna evitare, ho preso 10 gocce di xanax prima di andare a letto, che mia madre prendeva quando e’ morto mio nonno a marzo.
Proprio ieri sera ho fatto uno spettacolo in teatro e mi sono sentita un’altra persona, non avevo niente o, almeno, non ho fatto caso a nulla.
Stavo bene, ho recitato tranquilla.
Stamattina stavo studiando e ho sentito una forte tensione, ho sentito l’ansia salire, con necessita’ di sospirare, un forte senso di paura che possa succedere qualcosa di brutto.
In quel momento non sopportavo nulla, mi dava fastidio anche la signora che fa le pulizie in casa mia, mi sono sentita come intollerante verso tutto.
Cosi e’ comparso il reflusso e un fastidio strano, soprattutto alla fronte, come di testa pesante (non dolore) quando muovo gli occhi, in particolare alzando, girando e abbassando la testa o magari se leggo il libro e poi guardo in lontananza (sono anche un pochino miope).
Piu’ mi controllo e piu’ temo di avere qualcosa.
Sono molto preoccupata e non so se i miei sintomi possono derivare dal mio covare queste forti paure.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Sicuramente le gocce di Xanax non potevano essere utilizzate dopo l’apertura di marzo in quanto inefficaci.

Deve decidersi ad effettuare una visita psichiatrica in quanto i sintomi stanno divenendo ingravescenti e rischia un peggioramento ulteriore.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139