Utente 335XXX
Gentile staff di medici italia,
ho 31 anni e da un annetto ho iniziato a soffrire di ansia e insonnia.
Durante l'anno, in modo occasionale, prendevo una pasticca da 1mg di tavor e riuscivo a riposare bene.
Negli ultimi mesi, ovvero da fine agosto ad ora, l'ansia è aumentata e ho cominciato a prendere 0, 5 mg di tavor ogni sera, mezza pasticca insomma, e quando ho provato a non prenderlo, ho passato la notte in bianco.
Mi addormento subito, verso mezzanotte di solito, però puntualmente alle 5 mi sveglio (ma poi subito mi riaddormento).
Ora vorrei chiedervi, posso sospendere il farmaco senza che questo comporti danni?
Esiste una dose inferiore a quella che già prendo?
L'uso prolungato di 0, 5mg di tavor da mesi potrebbe avermi causato dei danni?
Grazie per il servizio che offrite.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

L'insonnia cronica non può essere gestita bene con un sonnifero di quel tipo, poiché perde efficacia, e anzi vi può essere una cronicizzazione indotta per periodica astinenza dopo la fine dell'effetto serale.
Per sospendere, è necessario farsi dare indicazioni, non è opportuna la sospensione brusca.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it