Utente 574XXX
Salve, da sempre ho sempre sofferto di insonnia con conseguente sconvolgimento del ritmo sonno veglia.

Da bambino utilizzavo gocce di melatonina e riuscivo a risolvere il problema a tutti gli effetti, ultimamente però il problema si è aggravato negli ultimi anni e sono dovuto ricorrere a benzodiazepine (Ne ho provate una decina) tutte non hanno MAI fatto neanche un minimo effetto anche ad altissimi dosaggi (Anche 10mg di alprazolam non mi davano neanche un leggero rilassamento).

Provai lo stilnox ed anche questo non mi diede alcun risultato, leggendo tra i forum inglesi lessi che spesso l'Ambien (Nome commerciale americano dello zolpidem, cioè lo stilnox) veniva abusato assumendolo per via intranasale, ora so benissimo che non è una grande idea ed è proprio per questo che chiedo a voi ma provai ad assumere lo zolpidem per via intranasale e funzionò.

A seguito provai anche Halcion assunto nella stessa maniera e diede i suoi effetti solo ed unicamente per quella via, a differenza di Rivotril, EN ed altre benzodiazepine che non hanno avuto azione terapeutica in nessun modo.

La mia domanda è, com'è possibile che debba assumere gli ipnotici in quella maniera perché facciano effetto?
Da un fastidio tremendo ma alcune volte sono proprio obbligato a causa della mia patologia e vorrei assumere i farmaci in modo normale senza distruggermi il naso, che dolore!
Nessun medico, psichiatra e neurologo ha saputo darmi risposta.

Ho provato anche cannabis teraputica in compresse ed in gocce anch'esse senza alcun effetto... Invece fumando davvero che mi viene un gran sonno solo che la cannabis non fa per me visti i problemi d'ansia che crea e quindi non mi porta all'addormentamento.

Altri tipi di farmaci come antinfiammatori, ssri ecc hanno sempre fatto il loro dovere per via orale, com'è possibile tutto ciò?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Se il prodotto non ha indicazione per la via di somministrazione nasale non può assumerlo in tal modo.

Potrebbe anche provocare delle lesioni nasali irreversibili.

Le terapie che possono indurre il sonno possono differenziarsi ed essere differenti dalle benzodiazepine.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 574XXX

E so benissimo questo, infatti chiedevo per il medesimo motivo.
Rispondendo a "Le terapie che possono indurre il sonno possono differenziarsi ed essere differenti dalle benzodiazepine." Non credo purtroppo, gli unici sostituti alle benzodiazepine sono i barbiturici ed in quella classe di farmaci sono quasi sempre più i danni dei benefici, gli antipsicotici gli ho già provati e le assicuro che non sono una buona idea (Dimezzavano le mie facoltà cognitive dandomi ansia) , se non si hanno psicosi non hanno altra funzione che far diventare il soggetto una larva.
Gabapentin presi 1000mg di principio attivo senza alcun risultato, neanche riduzione dell'ansia. Probabilmente l'ultima via sarà il Lyrica.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003