Utente 567XXX
Salve,

Ho 37 anni, conduco una vita regolare, non fumo e sono astemia.
Avrei bisogno di un consulto da parte vostra: è da un po' di tempo che soffro di fame d'aria, bisogno continuo di fare delle inspirazioni complete.
Se non ci riesco o mi si blocca comincia il circolo vizioso degli sbadigli.

Premessa: sono consapevole di soffrire di ansia ahimé; in passato l ansia mi è stata vicina nelle più svariate forme (attacchi di panico, bolo isterico, ipocondria, palpitazioni, etc etc).
Ho pensato che anche questa è una sua manifestazione che dovrò imparare a gestire.

Siccome sono ipocondriaca, è subentrata la paura che possa avere qualcosa al cuore o allo stomaco.
Mi spiego meglio: quando comincia la fame d'aria, dopo un po' avverto come la sensazione di avere un pallone a livello dello stomaco, qualche palpitazioni, blocco diaframmatico e sbandamenti di testa.
Quando mi viene a lavoro, diventa più difficile perché, lavorando al pubblico, devo anche parlare di continuo e vi lascio immaginare la terribile sensazione...
Per fortuna non succede nulla, nel senso che mi ripeto che è solo ansia, anche perché penso che se avessi davvero problemi a respirare dovrebbero accorgersene anche gli altri, oppure dovrei sbattere a terra.

A scanso di inutili preoccupazioni ho fissato una visita cardiologica a breve, così da tranquillizzarmi sul fattore cuore.
Anche se ho già eseguito un ecocuore nel 2013 e un elettrocardiogramma nel 2018: tutti nella norma.

Forse soffro di gastrite o reflusso, nel 2017 feci il breath test per HP, helicobacter, risultato negativo.

Dite sia il caso di fare anche una visita pneomologica?
In modo da escludere altre cause?

Secondo voi può essere solo ansia??
?
Quando mi capitano questi momenti la sensazione è brutta e mi agito.

Mi dareste dei consigli su come gestire questi momenti?

Grazie in anticipo!

Buona giornata

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
il problema è che non può gestire questo nuovo sintomo ma deve farlo trattare da uno specialista per cui è utile che si faccia visitare da uno psichiatra per una terapia adeguata alla sintomatologia.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 567XXX

Quindi lei crede che sia soltanto ansia?
Stavo infatti prendendo in considerazione la tecnica EMDR a riguardo.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Per avere una diagnosi e ricevere indicazioni di trattamento adeguate e rispondenti alla diagnosi ed alla sua situazione deve sottoporsi a visita psichiatrica. Qualora ci fosse qualche sospetto diagnostico specifico lo psichiatra potrà valutare di richiedere altri accertamenti diagnostici.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139