Utente 583XXX
Buon giorno gentili medici,
Siamo due fratelli, io vedovo e mio fratello vive solo.

I nostri genitori erano molto violenti, nel parto mio fratello ha avuto dei problemi, ha 58 anni, e infatti non è stato ammesso al militare.

Da piccolo è stato sempre a "testa sua" nel senso che non ascoltava nessuno, faceva di testa sua e sembrava non avere affetto per gli altri.
Ma tutto questo lui non lo capisce.
Inizia intorno a 40 anni a bere per 8 anni, ora ha smesso.
Era sempre scattoso, irascibile, non ascoltava nessuno e non amette di avere bisogno degli altri.

Inoltre guida in modo spericolato, pensa sempre a stare in giro con l'auto e non si accontenta della vita che ha, tutto è noia e tutto gli stufa anche se io lo cerco e lo invito sempre.
Prima quando era nervoso, non sapeva cosa fare andava a bere, ora che non beve più pensa alla macchina e farsi giri senza motivo con lei.

Non riesce a trascorrere le giornate in modo rilassato, accontentandosi di ciò che ha.
Prima andava a bere ora diventa nervoso al massimo e pensa ad uscire con la macchina e se lo si contraddice ancora di più.
Sempre di cattivo umore e sempre con questo pensiero fisso di non sapere cosa fare durante il giorno.
Anche se potrebbe uscire, passeggiare stare con me, invece nervoso e fissato a stare a girovagare o fumare a casa solo.
La casa senza pulita e lui stesso si cura poco.

Non vuole sapere di medici, di nascosto senza che lui lo ha capito l'ha visto una neurologa ma l'ha visto poco, mi ha detto che può essere un disturbo di personalità con Doc.
Io non so bene nemmeno in cosa consiste.


Ha prescritto anafranil 75 e serenase gocce 5 per 3.

Ancora non vedo risultati.


Il medico di famiglia invece diceva depressione e non mi consigliava il serenase ma solo l'anafranil?

Secondo voi??
Mi date un consiglio
Cordialità grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Così dalla descrizione che fa, francamente non mi pare ci siano aspetti prevalenti depressivi. Non ho capito bene che tipo di visita sia stata fatta senza che lui se ne accorgesse.
E la cura ? Se la prende, in che senso accetta di prenderla ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 583XXX

Nel senso che sapeva fosse un'intervista che lo controllava per il suo reflusso.
La terapia la prende nel senso che il serenase sa che serve per il reflusso e l'anafranil per la gastrite come protezione. Se no non li prende assolutamente.
È sempre stanco e stufo della vita, ossessionato dai suoi pensieri inutili, e non sa mai cosa fare durante le giornate. Si stufa di tutti, si annoia subito.
Per questo il medico parlava di depressione e mi ha dato anafranil.
Cosa pensa?
Mi può dare un aiuto. È sempre stato così, a volte meglio a volte peggio.

La cura le sembra opportuna?

[#3] dopo  
Utente 583XXX

Ho dimenticato che è sempre in uno stato di noia perenne, se lavora non gli piace il lavoro, se è a casa non sa cosa fare.
Le sue giornate dice lui non passano mai, sono senza senso e inizia a fare mille pensieri. Inoltre è un tipo iperpreciso, pure stufoso, nel senso che guarda mille volte se l'auto è chiusa, se il cancello è chiuso bene, e non parliamo quando deve fare un documento, lo legge e rilegge mille volte.

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In base alla descrizione la cura potrebbe essere adatta, certo. Strano che sia così ostile alle cure in generale ma poi accetti senza controllare due medicine chiaramente psichiatriche.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 583XXX

Inoltre quando si fissa su una cosa non c'è verso per toglierlo. Se è invitato ad un matrimonio ad esempio lui si fissa che deve guidare lui, quello deve essere, se no accade il caos.

Questa "lagnosia" male di vivere ogni cosa che fa. Cerca sempre cose nuove, non si accontenta di stare in compagnia tranquillo seduto con me, si stufa e si annoia per tutto e diventa nervoso al massimo.
Mentre lavorava si era tanto stuffato dello stress del capo di lavoro che voleva abbandonare la muratura. Quando è a casa si stufa perché è a casa.

Secondo lei con questa cura può stare meglio? Più sereno nell'affrontare la vita?

La ringrazio molto

[#6] dopo  
Utente 583XXX

Io vorrei solo rivederlo sereno tranquillo come un tempo, c'è stato un periodo infatti in cui queste ossessioni sembravano svanite. Non aveva tutti questi pensieri per la testa, ed era felice di passarsi il tempo e le giornate con noi, aveva poi voglia di stare insieme e di vivere senza essere ossessionato da queste idee strane o quest'umore così ostile e rabbioso.

Ma secondo lei di cosa si tratta?? Chi dice doc chi depressione chi bipolare?

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia riferimento alla diagnosi fatta dal medico, che significa che "chi dice....". Il medico avrà fatto una diagnosi, no ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 583XXX

L'ha visto dieci minuti la neurologa, non era certa.

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La neurologa era certa che avesse cosa, e cosa ha prescritto quindi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 583XXX

La neurologa l'ha visto poco, dieci minuti, non era certa, perché la visto poco.
Mi ha detto forse doc o forse disturbo bipolare

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma che diagnosi sarebbe allora ? Forse una cosa, forse una tutta diversa...
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 583XXX

E infatti quello che dico io..il fatto che lui non viene, in base a questi sintomi lei che dice siamo sulla strada giusta o stiamo sbagliando tutto.
L'anafranil e il serenase vanno bene per entrambe le diagnosi??
Pee farlo stare più tranquillo nell'affrontare la vita

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No. A queste dosi sembra la cura per un doc.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 583XXX

Scusi la mia ignoranza, secondo lei in base alla descrizione cosa potrebbe supporre, non fare diagnosi naturalmente, ma più sul doc o sul bipolare.

In tal caso l'anafranil potrebbe peggiorare il disturbo bipolare, se ci fosse?

[#15] dopo  
Utente 583XXX

Ieri abbiamo perso una cognata giovane e lui sembrava privo di ogni sentimento come se non gliele fregasse niente, anzi era arrabbiato con il resto del mondo.
Gli ho dato qualche goccia in più di serenase ma dopo un ora come se non gli avesse dato niente.

Si annoia perfino davanti ad un funerale, io non so più cosa pensare. Secondo lei stiamo sbagliando?

[#16] dopo  
Utente 583XXX

Nessuno più mi può rispondere. Grazie

[#17] dopo  
Utente 583XXX

Gentile dott.Pacini perché non ho più sue risposte?
Dopo aver lasciato l'alcol è stato per 8 anni tranquillo, con la voglia di lavorare e fare tutto.
Poi due anni fa durante l'inverno ha avuto un episotio di rabbia e irrigidimento nei miei confronti, avendo il serenase a casa che lo davamo alla defunta madre l'ho dato anche a lui sotto consiglio del medico di base.
Da quel periodo si si è calmato ma ha iniziato uno stato di profondo malessere, senza voglia di far niente, non voleva andare a lavoro, quando era a casa stufo e annoiato e poi nervoso perché non sapeva che fare.
Ora abbiamo sospeso il serenase e si sente molto giù e senza forze.
Pee questa specie di depressione l'anafranil può andare bene secondo lei?
In più per sedare l'ansia ha prescritto la neurologa depakin 150 ma mi sembra lo faccia essere nervoso.
Cordiali saluti grazie mille

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se la cura la dice a pezzetti, si capisce poco. Mi pare che stia ripetendo gli aspetti che già ha illustrato, come per accanirsi contro il fatto che non siano normali. Ma già siamo sul livello del tentativo di cura. Inoltre, non si metta a far variazioni di cura per poi trarne conseguenze secondo suoi ragionamenti, questo è compito del medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 583XXX

La cura all'inizio era anafranil 75 e serenase 5 per 3. Ora ha dato pure il depakin 150.
Io non ho fatto variazioni. Ho solo pensato se siamo sulla strada giusta. Perche è sempre irritabile e scontroso. In più privo di affetto perfino nei confronti della cognata giovanissima che è morta.
In più ha il vizio che in base le situazioni si comporta in modo diverso, a me suo fratello dice una versione alla nipote ne dice un'altra, dice bugie