Utente
Buon giorno come da titolo soffro di disturbo bipolare con personalità borderline con forte componente ansiosa e stati depressivi ricorrenti.
Soffro anche di dolori cronici in seguito ad un incidente e violenze fisiche subite dal mio ex fidanzato

La attuale terapia che seguo è
Cipralex 10 gocce
Lamictal 150
Lyrica 50
EN 10 gocce al bisogno durante giornata, 20 la sera
Sonirem 25 gocce prima di dormire

Sono state provate diverse terapie, interrotte o per effetti collaterali o per altri motivi.

Ho bisogno di chiedere alcune cose ed avere alcune risposte cortesemente

1) Nella vostra esperienza questa terapia è compatibile con il mio disturbo?

2) Lo psichiatra voleva alzate il dosaggio di lyrica aggiungendo una dose al mattino, ma visto che mi dà molte vertigini per ora non me la sento.
Ritenete troppo bassa la dose di lyrica?

4) il lyrica rispetto agli altri farmaci mi crea mal di stomaco, gonfiore addominale e indigestione.
Vi risulta?

3) Devo sottopormi ad un intervento chirurgico ed ho fatto la visita pre operatoria e il dottore che mi ha visitato mi ha chiesto che farmaci prendessi.
Io ho risposto e lui ha detto che sono "troppi" visto che ho avuto in passato problemi allo stomaco e si reni e che soffro di asma
Mi è presa molto male ed ho parlato con il mio medico di famiglia il quale crede che il lyrica sia inutile soprattutto al dosaggio di 5O la sera.
Ho parlato con lo psichiatra, ma lui al telefono va sempre di fretta e quindi ci parlerò alla prossima visita.


La domanda finale è: sono davvero troppi farmaci?
Fanno interazione tra loro.

Voi lì avete mai prescritti insieme il lamictal, lyrica, cipralex EN e sonirem?

Vi prego fatemi sapere cerco un consiglio, un po' di chiarezza e nel caso rassicurazioni
Grazie moltissimo

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
È una terapia standard che tratta i disturbi che lamenta per cui se migliora vuol dire che la terapia va bene.


Non è chiaro se i farmaci siano troppi per poter sottoporsi all’intervento o in generale, poiché non assume neanche una terapia di grande dosaggio terapeutico ma piuttosto bassa.


Deve chiarire tutti gli aspetti con lo psichiatra.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Egregio dottore grazie per la sua cortese attenzione.
Le rispondo:
Intendevo capire se i farmaci fossero troppi per potermi sottoporre all'intervento che sarà in anestesia totale.

Nella visita pre operatoria il medico che mi ha visitato mi ha detto che avrei dovuto sospendere il cipralex parlando di sanguinamento eccessivo, non ho capito bene.

Il mio psichiatra mi ha detto in breve quello che mi ha detto lei e questo mi conforta. Ha detto che poi ne dovrò parlare con l'anestesista.
Comunque volevo un altro parere qui da Voi.
Il mio medico di base dice che due antiepilettici più un antidepressivo sono troppi in generale, soprattutto su di me che ho un problema di salte e dice che sono farmaci ostici e pericolosi, che potrebbero crearmi effetti collaterali,permanenti e robe simili. Mi ha molto spaventata la cosa.

Io mi sento meglio con questa terapia, nonostante sia stato difficile iniziarla e portarla avanti perché ho avuto molti effetti collaterali, alcuni davvero spiacevoli, poi piano piano si sono ridotti. Sono contenta di essermi affidata alla psichiatria ed alla psicoterapia, perché io non mi alzavo più dal letto e speravo di morire.
Ero alienata e derealizzata.
Sempre ansia e panico.

Alcuni ci sono ancora e a tal proposito volevo chiederle:
possibile che il cipralex mi impedisce di avere orgasmo? Il mio psichiatra mi aveva detto che probabilmente avrei avuto più difficoltà a raggiungerli, mentre io non riesco proprio ad averlo
Possibile un gonfiore ed un aumento di peso con cipralex e lyrica pur mangiando poco?
Inoltre ho riscontrato io stessa che la memoria non funziona più bene come prima
Gli effetti più spiacevoli sono i tremori, la stipsi, il gonfiore addominale, il mal di stomaco ed un appiattimento emotivo ( quest'ultimo avvenuto con l'introduzione del cipralex.

Lei cosa ne pensa? Nella sua esperienza questa terapia a lungo termine funziona?
Può vdavero creare danni a vita.
Spero che potrà con pazienza e per gentilezza rispondere ai miei quesiti.
Grazie