Utente
Buongiorno, ho avuto i sintomi del disturbo schizoaffettivo (questa é la diagnosi attuale) che si sono manifestati progressivamente, senza un appoggio psichiatrico, fino a quando nel 2016 sono stato ricoverato con un tso.
Dai primi giorni di trattamento con haldol decanoas 150 (poi scalato progressivamente a 50), Depakin crono 1000, Gabapentin 300, ho avuto quasi istantaneamente dei grandissimi benefici.
Non ho mai più avuto una ricaduta.
Avevo dei movimenti involontari della mascella e non avevo interesse a fare nulla, così il mio psichiatra mi ha proposto di passare da haldol decanoas 50 a xeplion 100, quest'ultimo scalato 5 mesi fa a 75.
Nel passaggio però da haldol a xeplion ho avuto un forte calo della libido e difficoltà a eccitarmi e ad avere un erezione con degli stimoli quali possono essere un bacio, visualizzare un'immagine erotica ecc.
Avevo difficoltà di erezione già con haldol ma con esso, prendendo sildenafil o tadanafil mi eccitavo normalmente.
Ora con xeplion, oltre a prendere sildenafil e tadanafil, ho bisogno di una lunga stimolazione fisica e avere un rapporto sessuale è diventato un dovere coniugale più che un piacere.
Inoltre non ho stimoli a fare nulla.
Facevo uso di cannabis regolarmente, cosa che ora non faccio più.
Volevo sapere se ci sono neurolettici che hanno meno impatto in questo senso e se non posso sperare di arrivare un giorno a poterne fare a meno.
Grazie e buona giornata.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Quelli di III generazione, e alcuni di quelli nuovi, hanno meno impatto almeno. Bisogna vedere se sono ugualmente efficaci nel contenere i sintomi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"