Utente
Salve,
Soffro da molti anni di un disturbo d'ansia somatoforme, negli ultimi mesi discretamente risolto (80% dei sintomi silenziati) con una cura a base di una compressa di daparox da 20mg ed un trittico la sera da 50mg per favorire il sonno.

Dieci giorni fa un uomo a cui mi sentivo molto legata ha voluto chiudere la nostra relazione che già da un anno era cambiata nelle prospettive perché lui aveva scoperto di avere un cancro al pancreas.
Ora questo secondo shock emotivo... Dopo un primo momento di rabbia e di sgomento e di tristezza, l'ansia ha preso il sopravvento: mi sveglio inquieta con un peso/ bruciore sul petto e per tutta la giornata ho nausea e cefalea molto forti.
Sono spaventata, perché la cura non funziona più?
La mia psichiatra è in ferie, non so cosa fare, sono confusa e demoralizzata.
Per ora sto tamponando con dello Xanax ma non con grande successo... Che fare?
Aspettare che col tempo la mia mente si calmi, aumentare la paroxetina?
Ora sono soprattutto spaventata da queste reazioni e fatico molto nella vita quotidiana.

Grazie a chi vorrà rispondermi.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Deve attendere che la sua psichiatra rientri dale ferie e prendere un appuntamento.



Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139