Utente
Buongiorno mio figlio è stato adottato a due mesi e adesso ha 26 anni e gli è stato diagnosticato il bipolarismo circa 3 anni fa.
Sono tre anni che se ne è andato di casa augurandoci la morte perché voleva solo soldi.
Da bambino era molto attivo, studiava solo per primeggiare.
Non seguiva molto le regole ma a scuola era molto ben considerato.
Aveva un sacco di amici.
Dall’età’ di 15 ha iniziato a frequentare compagnie sbagliate (ha iniziato a bere, rubare soldi, ma chine moto e ha rubato la macchina a me e a suo padre e pure il bancomat col quale, conoscendo il mio pin, ci ha rubato 1500 euro).
Usciva di notte, frequentava discoteche dove faceva il pr.
I proprietari (gente di 50 anni) lo chiamavano per tirare di coca a 17 anni.
Ha alzato le mani su di me, sulla nonna e su mio marito.
Siamo riuscìti a mandarlo due volte dallo psicologo ma questi ci hanno detto che era un normale adolescente.
Tre anni fa quando è andato via di casa (premetto che l’affitto e 800 euro al mese gliele passa mio marito) si era fatto la terza ragazza (due se ne sono andate dopo aver sopportato i suoi insulti e schiaffi).
Dopo un anno di convivenza con alti e bassi, ha alzato le mani su di lei ed è stato visto (l’ha fatto in mezzo alla strada).
Per non essere incriminato ha chiamato l’ambulanza e si è fatto ricoverare in psichiatria.
Qui la diagnosi è la cura.
Noi non abbiamo potuto avere spiegazioni di persona perché lui è maggiorenne e ha detto che i medici non ci avrebbero parlato.
Dopo 2 settimane si è fatto dimettere e gli avevano prescritto una marea di farmaci tra cui il litio e una psicoterapia (io so queste cose perché l’unico con cui parla è mio marito, con me non ha più rapporti perché mi ritiene responsabile del suo stato perché dice che sono stata una madre che lo controllavo troppo e inoltre essendo una casalinga non ho reddito e reputa una persona mantenuta che non lavorando non aumentavo le entrate di mio marito (mio marito è un dirigente con un signor stipendio).
Ha deciso che non si deve curare perché si tiene lui sotto controllo.
La ragazza lo ha lasciato.
Lavora in un bar dove fa i cocktail, il problema è che inizia alle 17 e torna a casa alle 8 del mattino.

Potrei chiedere 3 cose per cortesia: 1) la madre naturale non voleva darlo in adozione e per 9 mesi ci hanno detto che i servizi sociali e gli psicologi hanno fatto un lavoro di persuasione.
Potevano sapere che (forse la stessa madre) era affetta da bipolarismo e a noi non l’hanno detto?
2) quando siamo andati a firmare per l’adozione definitiva volevamo adottare un altro bambino ma ci hanno detto che era meglio concentrarci su uno.
Questo rafforza l’idea precedente?
3) Mio figlio da ancora la colpa a me del bipolarismo perché dice che gli ho fatto fare traslochi a causa di situazioni personali, e i traslochi hanno provocato la malattia?

Se mi risponderete ve ne sarei grata perche’ mi sto scervellando! Grazie ancora buona giornata

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
ha già posto la medesima questione sia nel mese di aprile che nel mese di maggio ed ha già ricevuto risposte.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139