Utente
Buonasera, sono un ragazzo di 19 anni, soffro di DOC, la cura inizialmente consisteva in sertralina 100 mg e Risperidone 1mg.
A causa della prolattina alta, lo psichiatra mi ha sospeso il Risperidone, ma dopo tre mesi senza neurolettico si sono manifestati alcuni sintomi ossessivi (parole che si ripetono in testa continuamente), per cui lo psichiatra ha deciso circa 10 giorni fa di aumentare il dosaggio di sertralina da 100 a 150 mg.
Da quando ho aumentato il dosaggio di Zoloft ho quasi ogni giorno bruschi sbalzi d’umore, se sul piano delle ossessioni sto migliorando, sull’umore no.
Non ho mai avuto disturbi dell’umore, però ci tengo a dire che mi sembra strano che ogni pomeriggio verso le 18, il mio umore diventi nero e ho pensieri di disprezzo verso me stesso, verso il mio corpo, voglia di farmi del male, istinti autodistruttivi... vorrei sentire un vostro parere dato che per tutto agosto il mio psichiatra è in ferie quindi non può rispondermi.
Secondo voi di cosa può trattarsi?
A volte mi sembra di essere al settimo cielo, per poi il minuto dopo essere di malumore.
Vi ringrazio, Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Se lei ha notato la coincidenza temporale con l’aumento del dosaggio di sertralina è possibile che questi effetti che lei riferisce possano essere collegati. È necessario parlarne Al più presto con lo specialista per valutare come gestire la situazione dal punto di vista farmacologico.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la risposta ma siccome il mio psichiatra sarà in ferie fino ai primi di settembre non potrò parlare con lui a breve. Secondo Lei in questi casi cosa si fa? Oggi mi è capitato un altro episodio di questo tipo, dopo una giornata complessivamente andata bene, il mio umore è caduto a terra improvvisamente, da un secondo all’altro, sono diventato fortemente irritabile, con il desiderio che nessuno mi parlasse.
Ovviamente prima di prendere qualsiasi decisione parlerò non appena possibile con il mio psichiatra e farò cosa mi dice. Volevo solo chiedere un vostro parere su cosa si fa farmacologicamente in questo tipo di casi.
Vi ringrazio.