Utente
Buongiorno, chiedo un consulto per approcciarmi al problema e capire grazie al vostro aiuto se è necessario rivolgersi ad uno specialista di persona.
Sono sempre stata di carattere tendente all'ansioso, ma fino ad un po' di tempo fa lo si poteva ritenere un tratto della mia personalità, negli ultimi tempi è diventato un vero e proprio problema.
Nel corso degli ultimi due anni ho avuto ansie di tutti i tipi (di rimanere incinta quando non potevo, di prendere multe gravi senza in realtà un vero motivo, persino di aver calpestato siringhe per strada quando non era vero), ma il mio motivo di ansia più grande è sempre stato la paura della malattia.
Forse il periodo covid non ha aiutato, ma vivo da metà luglio in un continuo stato di ansia per dei sintomi che accuso, ma ormai non so più se sono veri o se provocati dall'ansia stessa.
Tutto è cominciato una notte di luglio quando mi sono svegliata con entrambe le mani intorpidite e formicolanti ed in preda al panico per quella sensazione, non ho più ripreso sonno fino a mattina.
Il giorno dopo ho pensato di cercare il formicolio come sintomo su internet e da lì è stato un disastro.
Ho trovato malattie gravi e incurabili e sono entrata nel circolo vizioso della paura.
Cerco ogni minima sensazione del mio corpo e informandomi su internet finisco per collegarla ad una malattia e, forse proprio per via dello stress ansioso, la cefalea è peggiorata, si sono riacuiti problemi di contratture muscolari che avevo avuto già in passato, valorizzando ancora di più la mia tesi di essere malata.
Cerco continuamente i sintomi cercando di farmi una qualche tipo di diagnosi che è sempre tragica.
A volte sono così preoccupata che ho la sensazione di sentirmi in trappola, senza via di fuga.
Ho fatto accertamenti: esami sangue, eco addome, visita oculistica, risonanza magnetica al rachide per i formicolii agli arti, visita reumatologia, al momento tutto nella norma, nulla da far pensare a qualcosa di grave.
Rimane il fatto che la notte non dormo più bene, mi sveglio spesso sudata e con i formicolii soprattutto alle mani e la paura mi rende difficile riprendere sonno, con la mente rimugino continuamente sulle sensazioni che vengono dal mio corpo e a volte mi diventa quasi impossibile concentrarmi sul lavoro.

Non so più che fare... Fare altre visite mediche (non so se il medico mi prenderà ancora sul serio...)... Mi piacerebbe capire perché non riesco ad essere serena, perché devo continuamente pensare di essere malata di qualcosa, l'ironia è che conosco persone malate che sembrano più serene di me...
Mi rimetto alla vostra valutazione, se vi servono altre informazioni per venirmi in aiuto chiedete pure.

Vi ringrazio in anticipo

[#1]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Buonasera.
Le informazioni che fornisce sono più che sufficienti per capire che lei soffre di un disturbo ansioso che le conviene curare senza indugi, ad evitare ulteriori sofferenze e un possibile aggravamento.
Assolutamente interrompa l'abitudine di consultare internet e si rivolga a uno specialista psichiatra. Con una cura farmacologica tornerà a stare bene.
Auguri
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta., seguirò il suo consiglio.