Utente
Buongiorno dr,
scrivo perché sto facendo un percorso con una psicoterapeuta e sono seguita da uno psichiatra che mi ha prescritto dei farmaci antipsicotici e antidepressivi per curare un periodo di depressione ed un lieve disturbo di personalità paranoide pregressa.
Il problema é che abbiamo cambiato diversi farmaci perché non sopportavo gli effetti collaterali e l'unico che mi sento calzare bene e cambia davvero il modo in cui mi sento é il DENIBAN, solo che lo specialista sostiene vada preso solo per brevi periodi.
Attualmente mi ha prescritto il RISPERDAL ma in soli due giorni di assunzione sento già molta secchezza in bocca e forte nausea e capogiri come altri farmaci che ho dovuto cambiare, senza contare che ha una lista di effetti indesiderati davvero considerevole.
A me piacerebbe continuare la terapia con il solo DENIBAN, lei cosa né pensa?
É davvero un farmaco così proibitivo da doverlo assumere per poco tempo?
Eppure il RISPERDAL mi sembra peggio tenuto conto delle controindicazioni.
Il DENIBAN mi causa solo tensione al seno sopportabile, aumento di peso e lieve irregolarità nel ciclo mestruale, ma in rapporto ai benefici questi effetti collaterali non mi disturbano, anche perché né assumo mezza compressa da 50mg.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La scelta di trattamento dipende dal suo psichiatra.

La tensione al seno, l'irregolarità del ciclo mestruale e l'aumento di peso sono comunque effetti collaterali da tenere sotto controllo e possono richiedere la sospensione del farmaco.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72