Utente
Buonasera, sono qua a scrivervi per un problema legato all'ansia che mi porto dietro da un paio di mesi.
Premetto di aver già sofferto anni fa degli stessi problemi ma che in quel periodo erano dovute ad un abuso di sostanze stupefacenti e dallo stop brusxo dell'uso che però sono riuscito a curare con una piccola terapia di xanax da 0.25 x 3 volte al dì durata circa due mesi compreso di scalaggio, a distanzi di circa un anno per un altro problema personale son ricascato nell'ansia e quindi dovetti riprendere la cura passando però a 0.50 perchè lo 0.25 non faceva più effetto, anche la, due mesi di cura e passato tutto.
Passati ormai 8 anni da questi episodi circa 3 mesi fa per tutto questo casino di lockdown ecc mi sono riapparsi i primi sintomi ansiosi, fame d'aria, palpitazioni paura di uscire che mi prendesse qualcosa ecc ecc e allora decisi di contattare il mio medico di base che mi riprescrive lo xanax da 0.50 x 3 volte al di, passata una settimana non vedendo effetti chiesi delle opinioni a cui mi rispose che ci voleva un pò più di tempo per far effetto la cura cosa che però le volte precedenti non era successo, passano altre due settimane e inizio a vedere dei piccoli risultati ma ancora niente do definitivo, quindi chiesi di poter alzare ma mi rispose che non era il caso di aumentare perchè se non stava facendo effetto bisognava cambiare molecola, mi prescrisse lo zoloft che però sinceramente non ho mai iniziato perchè già contrario a certi tipi di farmaci non volevo assumerne altri.
Ora sono passati circa due mesi sono iniziato a star meglio ma secondo me la dose resta sempre bassa ma purtroppo non ne ha voluto sapere di farmi anche solo provare ad alzare leggermente la dose nonostante ovunque dicano che chi ha avuto abuso di sostanze o abbia già assunto psicofarmaci potrebbe essere che la dose iniziale non faccia effetto e quindi bisognerebbe aumentarla, ora chiedo a voi e mi scuso per il poema, ho fatto il mio primo colloquio psichiatrico dove spiegato tutto mi prescivono xanax 1mg rp e 0.50 la sera, ora dico io... se fino ora questo dosaggio mi ha si aiutato ma non del tutto, non sarebbe il.
caso di aumentare leggermente il dosaggio anzi che continuare a prendere un dosaggio a parer mio errato per non far si di abituare il mio corpo a questo medicinale?
Anche perchè prendendo l 1mg rp non mi copre tutta la giornata e arrivo alla sera quasi che sono agitato e mi sento leggermente ansioso.
Spero di essere stato esaustivo nello spiegarvi il mio quesito e vi ringrazio anticipatamente se mi risponderete.
Buona serata a tutti

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Se ritiene di non ricevere un trattamento adeguato per i suoi sintomi può sentire il parere di un altro specialista con visita diretta.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, semplicemente ognuno la pensa come vuole senza ascoltare il paziente, addirittura hanno dato colpa all'aver smesso di fumare marjiuana l'insorgere della mia ansia, cosa chr anzi ho smesso proprio pechè me l'aumentava, purtroppo non avendo una grossa disponibilità economica non posso permettermi di cambiare specialista così come niente, il discorso è che secondo me se avessero ascoltato il mio parere chebconoscendo il mio corpo so cosa può andarmi meglio o no a quest'ora come negli episodi precedenti avrei avuto un risultato sin da subito. So che online non si possono avere consulti farmacologici, ma la mia domanda era. Avendo avuto un miglioramento ma non completo può essere che sia come credo io ? Cioè un dosaggio basso e quindi una non completa copertura del farmaco ?

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il problema non è il dosaggio ma il farmaco che non è risolutivo nel lungo termine e non andrebbe utilizzato in questo modo.

La assuefazione è un fenomeno possibile ma non si risolve con l’aumento delle dosi.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#4] dopo  
Utente
È proprio per questo che penso sia stata sbagliata dall'inizio la cura, perchè se ha funzionato le volte passate avrebbe dovuto funzionare allo stesso modo, il problema è che dal mio punto di vista avendo iniziato con un dosaggio non giusto non sono riuscito a togliere del tutto gli stati ansiosi e col passare del tempo mi sono abituato al dosaggio. Ora sarebbe o da sospendere graduatamente o da aumentare in modo da coprire l'intera giornata per poi ridimunuire una volta passato. Se no non vedo altre soluzioni.