Utente
Gentili Dottori avrei una domanda: In passato tra il 2006 ed il 2008 per DOC ho assunto parecchi farmaci anticolinergici in concomitanza con antidepressivi.
I farmaci anticolinergici prescrittomi sono: anafranil, orap, akineton, zyprexa, abilify, talofen, risperdal, seroquel.
In questi giorni ho chiesto al mio psichiatra se questi farmaci prescritti anche in concomitanza tra loro avrebbero potuto provocarmi effetti nocivi anche a lungo termine agli occhi, lui mi ha sempre risposto di no, dicendomi che sono effetti rari e non riguardano il mio caso anche per le dosi utilizzate.
Sono passati 12 anni e a dire il vero ci vedo bene, ma potreste dirmi se secondo Voi in futuro per l'uso di questi farmaci potrei avere danni come glaucoma o degenerazione della retina?
Riporto le prescrizioni:
25-06-2006: Fevarin 300mg/die più anafranil 75 mg /die più orap 1mg /die
24-12-2006: Efexor 75mg/die più zyprexa 5mg/die più talofen gocce 10 al bisogno
26-01-2007: Abilify 10 mg/die più Efexor 150 mg/die
11-04-2007: Efexor 150 mg/die più orap 2mg/die più akineton 4mg/die
24-06-2007: Fevarin 300 mg/die più efexor 75 mg/die più orap 1mg/die più akineton 4mg/die più lyrica 75 mg/die
29-07-/2007: Fevarin 300 mg/die più efexor 75 mg/die più orap 1mg/die più lyrica 150 mg/die
15-09-2007: Fevarin 300 mg/die più efexor 75 mg/die più orap 1 mg/die più akineton 4mg/die più lyrica 150 mg/die più inderal 20 mg/die
13-01-2008: Fevarin 300 mg/die più efexor 75 mg/die più lyrica 150 mg/die più risperdarl gocce 1 mg/die
20-04-2008: Fevarin 300 mg/die più anafranil 75 mg/die più lyrica 225 mg/die più seroquel 37, 5 mg/die

Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Le pare che dopo 13 anni possa mettere in correlazione le prescrizioni con un disturbo alla retina che non ha?


Le sembra una domanda con aderenza alla realtà?


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ruggiero, capisco la sua risposta, ma in rete si legge che le degenerazioni possono avvenire anche a distanza di molti anni. Ma questi farmaci si prescrivono per il doc? Tipo il Talofen al bisogno insieme allo Zyprexa. Grazie.

[#3]  
Dr.ssa Giacoma Cultrera

20% attività
16% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile Signore dovrebbe riflettere su qualcosa di estremamente importante che lei ha fatto stilando l’elenco. Purtroppo ha emesso una compulsione che indica che lei è ancora sommerso nel DOC. Questo avviene perché cade sistematicamente in una situazione di discriminazione insolubile. Cerchi di farsi aiutare meglio per il suo disturbo. Buona serata.
Dr. GIACOMA CULTRERA

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Io le ho fatto la domanda per farle rendere conto di ciò che la collega le ha indicato poiché nella sua risposta è evidente che lei ha ancora una condizione pertinente al doc e ciò le provoca questo tipo di preoccupazioni.


In rete si legge di tutto e di più, basta cercare con determinate parole chiave e trova ciò che desidera confermando le sue preoccupazioni.

Ciò è che consente di alimentare il disturbo e creare convinzioni non realistiche.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#5] dopo  
Utente
Gentili Dottori, quello che dite è verissimo, infatti sto curandomi farmacologicamente. Che sia una compulsione da rassicurazione è altrettanto vero, ma le mie "fissazioni" riguardano proprio gli occhi, e sarei stata più tranquilla se avessi saputo che queste cure non sono state sbagliate per associazioni di farmici che non si dovevano fare. Vi ringrazio, buona serata.

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#7] dopo  
Utente
Anche questo è vero :). Buona serata.

[#8]  
Dr.ssa Giacoma Cultrera

20% attività
16% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
L'osservazione clinica che ho fatto è per farle notare come i rituali si fortificano nel DOC attraverso le compulsioni e si complicano con note ipocondriache che affliggono la sua mente. È ormai scientificamente dimostrato che i soli farmaci non sono sufficienti e che le psicoterapie cognitivo-comportamentali sono quelle che danno risultati migliori. Le consiglio una terapia integrata per avere sollievo e avviarsi verso un processo di guarigione. Buona giornata.
Dr. GIACOMA CULTRERA

[#9] dopo  
Utente
Gentile Dott.ssa Giacoma, La ringrazio tanto per le risposte. Ha ragione, dovrò intraprendere anche una terapia cognitivo comportamentale, e , come giustamente ha notato, in questo momento sono affllitta da paure ipocondriache invalidanti, per usare un eufemismo. Il problema è che leggendo i foglietti illustrativi dei farmaci ho notato delle cose che mi hanno spaventato molto, tipo il Talofen che può provocare retinopatie e se associato con alltri farmaci anticolinergici ne vengono aumentati gli effetti. A me per un periodo hanno dato 10 gocce di talofen al bisogno, ma prendevo altri farmaci anticolinergici, tipo zyprexa 5mg, è sempre un effetto raro o è stata un'associazione che non si doveva fare? Bisogna considerare anche le dosi? Codiali Saluti.

[#10]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Continua a fare la stessa richiesta nonostante le spiegazioni, come vede è difficile non restare nel circuito ossessivo.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#11] dopo  
Utente
Quindi Lei pensa che le preoccupazioni riguardanti le associazioni di questi farmaci siano solo frutto del mio DOC e non possano verificarsi gli effetti che vengono inseriti nei foglietti illustrativi e di cui si parla in articoli scientifici su internet? (Anche questa è una rassicurazione :)). In altre occasioni sapevo che le mie preoccupazioni erano frutto di messaggi sbagliati della mia mente, mentre in questa mi sembra tutto più possibile e reale sono cose scritte anche in riviste scientifiche. Boh. Comunque grazie mille per le risposte e per il tempo che mi avete dedicato. Cordiali saluti.

[#12]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Stiamo parlando di farmaci assunti molti anni fa ed ovviamente non riesce a non compulsare sulla richiesta poiché non ha una terapia sufficiente.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72