Salve, vorrei avere un consulto

Partiamo dal presupposto che sono ipocondriaca.
Da due mesetti soffro di veri e propri attacchi di panico.

Mi si manifestano con: tachicardia, senso si soffocamento, respiro male, dolore al petto, senso di oppressione, tremo, mi irriggidisco tantissimo, a volte senso di nausea, dispersione accompagnati puntualmente dal pianto.

Il pianto penso che mi venga spontaneo perché essendo ipocondriaca mi viene una paura assurda.

Sto facendo una cura di 20 giorni con alprazolam, ansiolitico, prendo 7 gocce al mattino e 7 la sera.

Il miglioramento lo vedo, ma a volte tornano a ciel sereno, la cosa che vorrei chiedere, è che ho spesso il braccio sinistro irriggidito, pesante, ho i muscoli sempre contratti.

Il dottore mi ha detto che chi soffre di attacchi di panico, a volte succedono delle paresi.

Ma io sto facendo questa cura, e da giorni che sento questo braccio così, ed essendo il sinistro, io penso che sia legato al altro.

Allo stesso tempo ho anche letto, che lunghi periodi di stress e ansia provacono, dolore agli arti, alle braccia.

Vorrei capire se è normale o no?
Oppure penso, se già doveva capitarmi qualcosa, non mi sarebbe capitato??
?
?
Ho tanta paura.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta, Psicologo 33,6k 822 50
Se ha già una diagnosi di un disturbo psichiatrico il trattamento benzodiazepinico non ha indicazione nel lungo termine ed è inefficace per il trattamento completo dei sintomi.

E' utile che faccia valutare la situazione da uno specialista in psichiatria.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa